Lyft anticipa Uber, punta a 2 mld dollari con Ipo a Wall Street

New York (New York, Usa), 18 mar. (LaPresse/AFP) – Lyft, la rivale di Uber, punta a raccogliere circa 2 miliardi di dollari con la sua offerta pubblica iniziale, la prima nel settore del ride-sharing. La startup di San Francisco potrebbe essere valutata oltre 20 miliardi di dollari secondo i termini dell’offerta svelati lunedì, stabilendo un prezzo per azion e compreso tra 62 e 68 dollari. La quotazione di Lyft anticipa l’attesa Ipo di Uber, che ha una valutazione di circa 70 miliardi di dollari. Secondo i documenti presentati a dicembre dalla società, Lyft ha perso 911 milioni di dollari su 2,2 miliardi di fatturato nel 2018. I documenti mostrano un forte aumento dei ricavi da 343 milioni di dollari nel 2016, ma anche perdite ampliate. Le azioni saranno negoziate sul Nasdaq con il simbolo ‘LYFT’.

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Torino, antagonisti assaltano volante. Meloni: “Pericoloso togliere sostegno a polizia”

(Adnkronos) - L'ordine pubblico, i cortei, le manifestazioni, il ruolo fondamentale delle forze dell'ordine. Dopo i fatti di Pisa e l'ultimo episodio di Torino, la presidente del Consiglio Giorgia Meloni ha risposto alle domande sul tema in un'intervista al Tg2 Post. "Penso che sia molto pericoloso togliere il sostegno delle istituzioni a chi ogni giorno rischia

Regionali, Pd incalza M5S per intesa su Basilicata. Conte: “Priorità è Abruzzo”

(Adnkronos) - Alla fine a intervenire è Roberto Speranza. L'ex-ministro che ha diviso con Giuseppe Conte, gomito a gomito, la gestione dell'emergenza Covid. L'esponente Dem forse tra i più vicini al leader M5S. Oggi Speranza, che è lucano, si è rivolto direttamente a Conte per superare lo stallo nella sua Regione e chiudere l'accordo sulla

Maltempo, ancora allerta rossa sul Veneto e arancione sull’Emilia Romagna

(Adnkronos) - E' ancora allerta maltempo sull'Italia oggi, giovedì 29 febbraio. Per la giornata di domani, giovedì 29 febbraio 2024. Il nuovo bollettino diffuso dalla Protezione civile vede un'elevata criticità per rischio idraulico con allerta rossa per il Veneto (Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone) e moderata criticità per rischio idraulico con allerta arancione