“Una nuova economia è possibile”, riuniti gli otto festival che vogliono cambiarla

Si sono riuniti per la prima volta a Roma, presso la Sala del refettorio della Camera dei Deputati, gli organizzatori degli otto piĂą importanti festival italiani di economia – Leonardo Becchetti (Festival Nazionale dell’Economia Civile); Enrico Giovannini (Festival dello Sviluppo Sostenibile); Mauro Magatti (Festival della GenerativitĂ ); Anna Lisa Mandorino e Marco de Ponte (Festival della Partecipazione); Emmanuele Massagli (ADAPT International Conference); Ermete Realacci (Festival della Soft Economy); Alessandro Rosina (Mappa celeste. Forum per il Futuro del Paese); Paolo Venturi (Le giornate di Bertinoro per l’economia civile) – impegnati a proporre un cambiamento radicale nel sistema Italia e un n uovo approccio al concetto stesso di economia nazionale, ai suoi parametri e agli obiettivi economici che un Paese si deve porre. Presenti anche Lorenzo Fioramonti (vice ministro al Ministero dell’Istruzione dell’UniversitĂ  e della Ricerca) e Rossella Muroni (Deputata LeU e Commissione Ambiente). L’incontro nasce dalla volontĂ  di mettere in moto tutte le energie del Paese al fine di rendere la societĂ  al 100% “generativa” e di valorizzare il sistema socio-economico che esiste e produce senza sfruttamento. “La nostra intenzione – ha dichiarato Enrico Giovannini – è quella di migliorare il dibattito democratico. Oggi vogliamo proporre un’economia sicuramente diversa da quella attuale che ha distrutto il pianeta e aumentato le disuguaglianze, poichĂ© non etica e sostenibile. Abbiamo bisogno – ha continuato Giovannini – di cambiare il paradigma ed il modello economico, rispettando l’ambiente ma anche dando risposte sociali. La decrescita felice non è la risposta giusta, ma lo è lo sviluppo sostenibile. Da qui dobbiamo partire per un mondo migliore da lasciare ai nostri ragazzi”. Anche Leonardo Becchetti ha voluto sottolineare l’importanza dell’incontro odierno: “Il nostro Paese ha bisogno di una rivoluzione culturale, poichĂ© rintanato sui temi della paura e dell’insicurezza. Esiste una logica che noi chiamiamo “1 1=3”. Quando si coopera e quando c’è inclusione, il risultato è sempre superiore e migliore rispetto a quanto si può fare da soli. Oggi, invece, stiamo vivendo in un mondo che segue la legge “1 contro 1 minore di 2”. Basti pensare che quando Trump ha iniziato la guerra dei dazi, l’aspettativa del PIL mondiale è diminuita. Il primo appuntamento – ha poi aggiunto Becchetti – ci porterĂ  a Firenze, per il primo Festival Nazionale dell’Economia civile, dal 29 al 31 marzo. Lavoreremo insieme a tutti gli altri festival anche per aumentare la nostra presenza sulla rete e sui social, utilizzando un modo piĂą umano e meno partigiano di confrontarsi. Un mondo dove prevalga il logos e non solo il pathos”.

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Giorgia Meloni, l’intervento all’Onu: cosa ha detto oggi

(Adnkronos) - Migranti, l'aggressione della Russia e la guerra in Ucraina, il ruolo dell'Onu oggi e nel futuro, l'impegno dell'Italia per l'Africa, le sfide legate all'Intelligenza Artificiale. Sono i temi che il presidente del Consiglio Giorgia Meloni affronta nel suo discorso all'Assemblea delle Nazioni Unite, nell'intervento tenuto quando oggi, in Italia, il 21 settembre è

Migranti, Giorgia Meloni all’Onu: “Guerra globale ai trafficanti, Italia in prima linea”

(Adnkronos) - L'Onu deve condurre una guerra globale ai trafficanti di esseri umani. L'Italia vuole essere in prima fila in questa battaglia. E' un passaggio dell'intervento del presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, davanti all'Assemblea generale delle Nazioni Unite. "Sono convinta che sia dovere di questa organizzazione rifiutare ogni ipocrisia su questo tema e dichiarare una

Meteo oggi, pioggia da Milano a Roma: temperature giĂą

(Adnkronos) - Pioggia e temporali oggi 21 settembre su buona parte dell'Italia. Il maltempo investe il Nord e arriva al Centro, da Milano a Roma. Dopo giorni di caldo, come annunciato dalle previsioni ecco il primo assaggio di autunno con precipitazioni diffuse e un primo calo delle temperature nella giornata del 21 settembre. Il maltempo