Verona, gli organizzatori del Congresso: “Rogatoria internazionale su utero in affitto”

Una rogatoria internazionale per contrastare la pratica dell’utero in affitto. E’ uno dei punti “urgenti” e “inderogabili” del documento finale degli organizzatori del Congresso delle famiglie di Verona. Con essa “la protezione dei minori, a partire dai loro diritti ad avere una mamma e un papĂ , a non diventare oggetti di compravendita, di abusi sessuali e pedopornografia e a ricevere un’educazione che non metta in discussione la loro identitĂ  sessuale biologica e non li induca a una sessualizzazione precoce”. “Verona, la cittĂ  dell’amore, ha dimostrato davvero di essere la prima CittĂ  per la Vita e per la Famiglia – hanno dichiarato il presidente Toni Brandi e Jacopo Coghe – Abbiamo ribadito i valori previsti dalla Costituzione ed espressi dal diritto naturale e, dopo il Family Day, abbiamo rilanciato il nostro ruolo per il bene comune sollecitando le istituzioni ad un’attenzione che non sempre è stata all’altezza. Non ci sono solo i diritti a senso unico, ma i diritti di tutti, soprattutto quelli dei piĂą deboli. La vera forza infatti non si misura da chi hai sconfitto, ma da cosa hai protetto”. Marcia per la vita – Nella giornata di chiusura dell’evento va in scena la Marcia per la vita. Forza Nuova è nelle prime file del corteo, ma come richiesto dagli organizzatori del Wcf, non ci sono simboli di partito, ma solo tre cartelloni con le scritte ‘Dio, Patria, Famiglia’. Tutti i militanti presenti indossano una camicia bianca, e da un paio di queste spuntano le collanine con il simbolo della croce celtica. Alla Marcia ci sono anche gli altri due figli del leader del Family day Massimo Gandolfini, Paulo e Maria, con i rispettivi coniugi e figli. Poche battute sulla decisione della sorella di prendere parte sabato alla contromanifestazione: “Ognuno è libero di fare quello che vuole”.

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Crollo Firenze, Di Franco (Fillea): “Incontro lunedì con governo? vogliamo trattativa vera”

(Adnkronos) - "Lunedì il nostro incontro con il governo è previsto alle 8.30, poi alle 10 le imprese e alle 12 il Cdm. Ma noi vogliamo una trattativa e un confronto vero, altrimenti l'esecutivo andrà avanti come ha fatto finora senza confrontarsi con chi su questi temi si misura ogni giorno". Così, con Adnkronos/Labitalia, Antonio

Mosca: “Insulti Biden a Putin? Pensi al figlio Hunter”

(Adnkronos) - Il presidente americano Joe Biden, dopo aver usato l'espressione 'pazzo, figlio di p...' per rivolgersi al leader russo Vladimir Putin, dovrebbe ricordarne l'associazione, negli Usa, al figlio Hunter. Lo ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova, suo canale Telegram. "La prossima volta che Joe Biden decide di usare l'espressione

Fedez e Chiara Ferragni, parla la madre del rapper: “Speriamo vada tutto bene”

(Adnkronos) - "Tutti quanti ci auguriamo che tutto vada bene". Annamaria Berrinzaghi, detta Tatiana, mamma e manager di Fedez, non va oltre queste poche parole al telefono con l'Adnkronos che le chiede un commento sulla crisi del matrimonio del figlio con Chiara Ferragni, tra indiscrezioni che fanno riferimento ad una separazione maturata da giorni, con