A2A aggiorna piano: Al 2023 utile a 460 mln, investimenti a 4 mld

Milano, 3 apr. (LaPresse) – Il gruppo A2A punta a 1,5 miliardi di euro di Ebitda e 0,46 miliardi di euro di utile netto al 2023, con investimenti in aumento del 22% a 4 miliardi di euro entro i prossimi 5 anni. È quello che emerge dal nuovo piano strategico 2019-2023 approvado dal cda dell’utility lombarda. Degli investimenti, 680 milioni andranno in digitalizzazione e innovazione tecnologica. I dividendi attesi vengono aumentati a 7,75 centesimi di euro per azione per il 2019, 8,00 centesimi per il 2020, con crescita annuale almeno pari al 5% per gli anni successivi.(Segue)

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

2 giugno, La Russa: “Teniamo alti i valori della democrazia, della libertà e della sovranità della Patria”

ROMA - "Buona festa della Repubblica", dice il presidente del Senato, Ignazio La Russa, ai cronisti. Suona l'inno di Mameli, cantano i militari schierati e le tante persone che affollano piazza Venezia. Le massime autorità della Repubblica portano il loro saluto al Milite Ignoto. È il preludio alla consueta parata del 2 giugno con cui

Festa della Repubblica: Mattarella all’Altare della Patria, la parata ai Fori Imperiali e le Frecce Tricolori

Oltre al ministro della Difesa, presenti le più alte cariche dello Stato, da Meloni ai presidenti delle Camere Roma, 2 giu. (askanews) – Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del 77esimo anniversario della Repubblica, ha reso omaggio al Monumento del Milite Ignoto all'Altare della Patria e ha assistito alla Parata ai Fori Imperiali.

Usa, il Senato approva la legge per sbloccare lo stallo sul tetto del debito ed evitare il default

Accordo fiscale tra la Casa Bianca e i repubblicani del Congresso Roma, 1 giu. (askanews) – Il Senato degli Stati Uniti ha approvato un accordo fiscale tra la Casa Bianca e i repubblicani del Congresso, ponendo fine a una situazione di stallo politico durata settimane sul tetto del debito che rischiava di innescare un default