Istat: ad aprile cala la fiducia di consumatori e imprese

Ad aprile la fiducia dei consumatori italiani cala per il terzo mese di fila e anche il sentiment delle imprese peggiora. Lo rileva l’Istat. Nel mese l’indice del clima di fiducia dei consumatori passa da 111,2 a 110,5 e una dinamica negativa si rileva anche per l’indice composito del clima di fiducia delle imprese, che passa da 99,1 a 98,7. La fiducia dei consumatori è al livello più basso nel periodo da agosto 2017. Il calo dell’indice di fiducia dei consumatori, precisa l’istituto statistico, riflette il deterioramento di tutte le sue componenti: il clima economico, personale e corrente registrano le flessioni più marcate mentre una diminuzione più contenuta si registra per il clima futuro. Più in dettaglio, il clima economico cala da 123,8 a 122,6, il clima personale passa da 106,8 a 105,9, il clima corrente scende da 107,8 a 106,9 e il clima futuro flette, seppure in modo lieve (da 115,9 a 115,6). L’indice di fiducia delle imprese diminuisce in quasi tutti i settori, ma con intensità diverse. Nella manifattura la flessione è lieve, con l’indice che passa da 100,8 a 100,6, nei servizi risulta più consistente (da 100,1 a 99) e nel commercio al dettaglio è più marcata (da 105,3 a 101,4). Fanno eccezione le costruzioni dove l’indice aumenta da 140,3 a 141,2. Per quanto riguarda i settori, nella manifattura si rileva un peggioramento sia dei giudizi sugli ordini sia delle attese sulla produzione unitamente a una diminuzione del saldo relativo alle scorte di magazzino. Nelle costruzioni la dinamica positiva dell’indice riflette il miglioramento dei giudizi sul livello degli ordini. Nei servizi si deteriorano i giudizi sugli ordini e sull’andamento degli affari, mentre l’Istat segnala un aumento delle attese sugli ordini. Nel commercio al dettaglio il marcato calo dell’indice è la sintesi di un’evoluzione negativa sia dei giudizi sulle vendite, il cui saldo torna negativo per la prima volta da giugno 2018, sia delle relative attese. Il saldo delle valutazioni sul livello delle giacenze diminuisce. 

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Sanremo, opposizioni attaccano Rai: nuova prova di “teleMeloni”

Bufera per nota ad Sergio letta da Venier. La Russa critica Amadeus Roma, 12 feb. (askanews) – Sul palco, nei fuorionda, in tv e nell'agone politico Sanremo continua. Due artisti in gara al festival della canzone italiana, Dargen D'Amico e Ghali, toccano – con le loro canzoni e con le loro parole – temi di

“Un sogno che diventa impresa”, la storia di Dorabruschi in serie podcast

Alla scoperta di una speciale realtà Made in Italy della cosmetica Roma, 12 feb. (askanews) – Al mondo esistono le aziende e i marchi, e poi ci sono le imprese, le storie di passione, i sogni che si trasformano in successo e diventano racconti capaci di resistere al tempo che passa e non perdere mai

Malattie rare, Scopinaro (UNIAMO): non disperdere risorse economiche

Inaugurate a Bologna 45 pensiline che racconteranno storie persone con malattia rara Roma, 12 feb. (askanews) – In occasione del Rare Disease Day, la Giornata mondiale delle malattie rare che si celebra il 29 febbraio, UNIAMO – Federazione Italiana Malattie Rare continua a portare avanti la campagna di sensibilizzazione sulle malattie rare per tutto il