L’Anpi: “L’Italia chiede lo scioglimento delle organizzazioni ispirate al fascismo”

“La Festa della Liberazione, che si è svolta ieri in tutta Italia con una straordinaria partecipazione di popolo, ha ribadito che l’Italia respinge il fascismo e chiede, a gran voce, lo scioglimento delle organizzazioni che si richiamano a quell’epoca criminale“. Queste le parole di Carla Nespolo, presidente nazionale dell’Anpi, all’indomani delle manifestazioni per il 25 aprile. “Ho visto sfilare a Milano, ma è accaduto in tantissimi altri luoghi – prosegue -, tutte le generazioni, ho visto i giovanissimi accanto alle partigiane e ai partigiani, ho sentito, era percepibilissima, la voglia di stare insieme per ricostruire la possibilità di un avvenire di diritti, di libertà effettiva, di democrazia pienamente realizzata, di una imprescindibile unità attorno ai valori fondanti la Repubblica e la nostra convivenza civile. Il sogno dei combattenti per la libertà, che confluì nella Costituzione, il patrimonio più bello, esaltante e prezioso della Resistenza. E voglio qui ringraziare, davvero col cuore in mano, tutti quei volontari che hanno letteralmente costruito le migliaia di iniziative realizzate, le nostre Sezioni Anpi, i nostri comitati provinciali, i sindacati, le associazioni, che si sono impegnati fortemente con antica, e riconfermata brillantemente, passione ‘partigiana’”.

“Voglio ringraziare il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella – prosegue Nespolo -, per le sue parole e i suoi atti preziosi di stimolo alla memoria attiva, e i tanti Comuni che hanno svolto con profondo e vivo senso di responsabilità il loro dovere istituzionale nella partecipazione e nella promozione delle celebrazioni. Ora dobbiamo proseguire nel nostro impegno, affinché il 25 aprile non venga dimenticato dal giorno dopo. Affinché la vigilanza sulla Costituzione, sulla sua piena attuazione, in particolare del dettato antifascista, resti attiva nelle menti e nei cuori di tutte e tutti. C’è un Paese che vuole rimettersi in cammino e non ha più intenzione di accettare arroganze, prevaricazioni, atteggiamenti lesivi della civiltà democratica e dell’umanità“.
 

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

“Antonella non mi ha più risposto agli sms”

(Adnkronos) - "Non ci sono più lacrime ne’ parole sono devastata dal dolore. Emanuel era un bambino dolcissimo e allegro, ha partecipato anche alla recita di natale. La mia nipotina diceva sempre che Emanuel era il suo fidanzatino. Con Antonella ci scrivevamo ogni mattina ma agli ultimi messaggi non ha mai risposto". A parlare è

Israele dichiara Lula “persona non grata”

(Adnkronos) - Israele ha dichiarato il presidente del Brasile Luiz Inacio Lula da Silva ''persona non grata''. Una decisione presa dopo che Lula ha accusato Israele di portare avanti un genocidio nella Striscia di Gaza e ha paragonato quanto sta accadendo nell'enclave palestinese all'Olocausto e alle azioni di Adolf Hitler. ''Non dimenticheremo, né perdoneremo'', ha dichiarato

Mbappe al Real Madrid, ha firmato contratto quinquennale: ecco com’è andata

(Adnkronos) - L'attaccante francese Kylian Mbappe ha firmato un contratto quinquennale con il Real Madrid a partire dal 1° luglio, arrivando a parametro zero dal Paris Saint-Germain, secondo quanto riporta il quotidiano sportivo spagnolo Marca. Mbappe, 25 anni, è stato a lungo legato al passaggio alla squadra spagnola, e l'anno scorso aveva detto al Psg