Libia, Trenta: No soluzione militare, non ripeteremo errori del passato

Milano, 17 apr. (LaPresse) – “A chi prospetta un impegno militare di qualsiasi tipologia o natura, rispondiamo che non ripeteremo gli errori del passato e non sosterremo nessun ipotetico impegno unilaterale di altri Paesi”. Così il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, rispondendo a un’interrogazione di Liberi e uguali, durante il question time alla Camera. “Siamo pronti a fronteggiare ogni possibile ulteriore aggravamento della situazione, grazie al dispositivo di sorveglianza dell’operazione Mare sicuro”, assicura. “Il bilancio aggiornato dell’Oms sugli scontri ammonta a 174 morti e 756 feriti” annuncia in aula Trenta, spiegando che nonostante prosegua l’impegno dei nostri contingenti verso le popolazioni, “gli ultimi sviluppi sono motivo di forte preoccupazione per il governo italiano, impegnato per un immediato cessate il fuoco”. La responsabile della Difesa dice che “l’imperativo è scongiurare una crisi umanitaria, devastante per il popolo libico e che potrebbe avere ricadute anche sul nostro Paese”, ma “non esiste soluzione militare” per la crisi libica. Perché “la definitiva pacificazione e stabilizzazione Libia solo con soluzione politica concordata con tutti gli attori libici”.

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Torino-Fiorentina 0-0, gol di Zapata annullato al 38′

(Adnkronos) - Finisce 0-0 il match tra Torino e Fiorentina, valido per la 27esima giornata del campionato di calcio di serie A. Al 18' grande azione personale di Zapata, che si porta dietro tutta la difesa viola e calcia di forza ma la palla si alza sopra la traversa. Un minuto dopo occasione per Vlasic

Incidente a Vasto, scontro frontale tra due auto: tre morti e un ferito grave

(Adnkronos) - Tre morti e un ferito in gravi condizioni: è il bilancio dell'incidente stradale avvenuto questa sera intorno alle 20:30 lungo la strada statale 16 nel territorio di Vasto, nei pressi della Spiaggia di Casarza. Secondo quanto riporta 'Vastoweb', una Jeep Renegade, per motivi al vaglio dei carabinieri della stazione locale, è finita fuori

Meloni: ottimo rapporto con Mattarella, sinistra vuol creare crepa

"Lo usano per campagna contro premierato. Riconteggio Sardegna? Aspettiamo dati" Toronto, 2 mar. (askanews) – "Ce l'avevo con la sinistra, con diversi parlamentari della sinistra, e non con Mattarella". Così Giorgia Meloni cerca di chiudere il 'caso' nato dalle sue dichiarazioni di quattro giorni fa in cui aveva definito "pericoloso togliere il sostegno delle istituzioni"