Migranti, Salvini: Con porti chiusi dimezzati morti nel Mediterraneo

Paderno Dugnano (Milano), 28 apr. (LaPresse) – “I buoni di sinistra, quelli dei porti aperti, i generosi, le cooperative e le associazioni, quelli che dicono ‘siamo buoni, siamo bravi’, più ne facevano sbarcare più e ne facevano morire. Ci sono più di 15mila morti sul fondo del Mar Mediterraneo grazie ai porti aperti. I cattivoni dei porti chiusi, delle leggi, delle regole e dell’ordine invece hanno dimezzato i morti sul fondo del Mar Mediterraneo”. Lo ha detto il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini nel corso di un comizio a Palazzolo, frazione di Paderno Dugnano, nel Milanese. “Meno persone partono e meno persone affondano – ha aggiunto Salvini – E con i soldi che abbiamo risparmiato quest’anno” dalle politiche di accoglienza dei migranti “assumiamo 8mila poliziotti, carabinieri e vigili del fuoco”.

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Torino, antagonisti assaltano volante. Meloni: “Pericoloso togliere sostegno a polizia”

(Adnkronos) - L'ordine pubblico, i cortei, le manifestazioni, il ruolo fondamentale delle forze dell'ordine. Dopo i fatti di Pisa e l'ultimo episodio di Torino, la presidente del Consiglio Giorgia Meloni ha risposto alle domande sul tema in un'intervista al Tg2 Post. "Penso che sia molto pericoloso togliere il sostegno delle istituzioni a chi ogni giorno rischia

Regionali, Pd incalza M5S per intesa su Basilicata. Conte: “Priorità è Abruzzo”

(Adnkronos) - Alla fine a intervenire è Roberto Speranza. L'ex-ministro che ha diviso con Giuseppe Conte, gomito a gomito, la gestione dell'emergenza Covid. L'esponente Dem forse tra i più vicini al leader M5S. Oggi Speranza, che è lucano, si è rivolto direttamente a Conte per superare lo stallo nella sua Regione e chiudere l'accordo sulla

Maltempo, ancora allerta rossa sul Veneto e arancione sull’Emilia Romagna

(Adnkronos) - E' ancora allerta maltempo sull'Italia oggi, giovedì 29 febbraio. Per la giornata di domani, giovedì 29 febbraio 2024. Il nuovo bollettino diffuso dalla Protezione civile vede un'elevata criticità per rischio idraulico con allerta rossa per il Veneto (Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone) e moderata criticità per rischio idraulico con allerta arancione