“No al ddl Pillon”: il presidio delle femministe davanti a Montecitorio

“Pillon, rassegnati: rimarremo sempre libere di scegliere”. Davanti a Montecitorio, a Roma, il presidio delle femministe che chiedono il ritiro del disegno di legge a firma del senatore leghista Simone Pillon sul diritto di famiglia e l’affido condiviso. Tra loro anche Fiorella Mannoia, Laura Boldrini e Monica Cirinnà. “Un testo pericoloso e oscurantista che vuole togliere alle donne la libertà di divorziare”, denuncia la senatrice Pd. Sulla stella linea l’ex presidente della Camera Boldrini: “Quel testo non è emendabile, va ritirato”. Il ddl intanto è arrivato in commissione Giustizia di Palazzo Madama.

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Elezioni Sardegna, Todde e l’abbraccio con Conte e Schlein: “Cambia il vento” – Video

(Adnkronos) - Alessandra Todde si dice "felice e orgogliosa" e conferma la sua vittoria alle elezioni regionali in Sardegna, quando mancano ancora poche sezioni alla conclusione dello spoglio: sarà lei, dunque, il nuovo governatore della Sardegna, la prima presidente donna della Regione. Con la vittoria di oggi, il Movimento 5 Stelle elegge per la prima

Elezioni Sardegna, chi è Alessandra Todde

(Adnkronos) - Ingegnere ed imprenditrice scesa in campo in politica con il M5s. Dopo uno scrutinio al fotofinish, poco prima dell'1 di notte, quando i risultati delle elezioni regionali in Sardegna non sono ancora definitivi ma ormai vanno delineando la vittoria, Alessandra Todde, nuorese di 55 anni, si presenta ai cronisti come la nuova presidente

VIDEO | Sardegna, vince Alessandra Todde: “Sarò la prima presidente”. Schlein: “Ora cambia il vento”

CAGLIARI – All’1 arriva Alessandra Todde arriva alla sede elettorale di via Dante a Cagliari. “Sono passata per salutare, dai dati in nostro possesso si profila una vittoria e io sarò la prima presidente della Regione Sardegna. Sono molto felice e orgogliosa, faremo la conferenza domani mattina, ci sono ancora gli spogli in corso. Ma