Cannabis, Morra: Non escludo legalizzazione in questa legislatura

Milano, 7 mag. (LaPresse) – La legalizzazione della cannabis “è un processo culturale lungo. Bisognerà ragionarci in profondità, ma non escludo che in questa legislatura si possa arrivare a una maturazione di queste posizioni. Dobbiamo lavorare anche per esempio sul fine vita, tornare a ragionare massicciamente di conflitto d’interessi. Dobbiamo anche capire che tante sostanze per trasgressione, che vengono offerte dalle mafie, potrebbero, se si fa un discorso culturalmente alte, essere sottratte dal mondo della trasgressione e garantite in altro modo. Molto spesso ciò che è vietato, semplicemente perché è vietato, rappresenta motivo di attrazione”. Lo ha detto a ‘Tribù-Europa 19’, su Sky Tg24 il presidente della commissione parlamentare Antimafia ed esponente del M5S, Nicola Morra rispondendo a una domanda proveniente da un utente dei canali social della testata.

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Renault prosegue offensiva segmenti C e D con Austral, Espace e Rafale

Costruiti su piattaforma Cmf-CD dell'Alleanza Milano, 22 feb. (askanews) – Dopo un 2023 chiuso con un aumento delle vendite in Italia del 36% e una quota di mercato del 5,2%, Renault prosegue l'offensiva nel segmento C che vale circa il 30% del mercato (70% suv) e D con una gamma rinnovata. A partire dal suv

Copagri: bene interventi annunciati da Masaf su gestione rischio

Battista: velocizzare pagamenti e colmare gap del Sud Italia Roma, 22 feb. (askanews) – "In attesa di conoscere i dettagli del Piano di gestione dei rischi 2024, che sarà a breve all'esame della Conferenza Stato-Regioni e sul quale siamo pronti a confrontarci con le istituzioni, apprezziamo l'attenzione che il governo sta dando al sistema della

Campidoglio, Gualtieri accoglie 77 nuovi addetti musei

"39mila le domande, dimostriamo che i concorsi si possono fare" Roma, 22 feb. (askanews) – Un benvenuto "nella grande famiglia di Roma Capitale" ai 77 nuovi dipendenti di Zètema che accoglieranno romani, turisti e studiosi in parchi, musei, biblioteche e spazi espositivi del Comune "in una delle dimensioni più grandi e belle, quella della Cultura".