Salvini: Galera certa per spacciatori, M5S ha visione diversa

Fidenza (Parma), 3 mag. (LaPresse) – “Abbiamo presentato in Parlamento una proposta di legge che prevede la galera certa, la custodia cautelare immediata per chiunque venga preso con qualunque quantità di droga. Siccome leggevo che invece per i Cinquestelle bisognerebbe legalizzare qualche droga, lo Stato dovrebbe diventare spacciatore, su questo abbiamo una visione dell’Italia completamente diversa. Io da ministro dell’Interno e da papà non voglio lo Stato spacciatore, voglio gli spacciatori in galera, vedremo il Parlamento cosa sceglie”. Così il ministro dell’Interno e vicepremier leghista, Matteo Salvini, a margine di un comizio a Fidenza (Parma).

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Ucciso da rottweiler a Manziana, indagati i proprietari dei cani

(Adnkronos) - Si terrà venerdì l'autopsia sul corpo di Paolo Pasqualini, il 39enne ucciso da tre rottweiler mentre faceva jogging domenica mattina nel bosco di Manziana, vicino a Roma. L’esame autoptico si svolgerà presso il dipartimento di medicina legale dell’Università La Sapienza. L'atto è stato disposto dalla Procura di Civitavecchia nell’ambito del procedimento in cui

Nata con cuore a metà partorisce 2 gemelli, primo caso in Italia

(Adnkronos) - Solo 4 casi al mondo, il primo in Italia: nata 36 anni fa con il cuore senza un ventricolo diventa mamma di due gemelli. L’evento eccezionale è accaduto a Roma grazie alla determinazione della giovane donna e al lavoro congiunto degli specialisti dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù - che l’hanno assistita sin da bambina

Chiara Ferragni e Balocco ricorrono al Tar, Codacons: “Tesi irreali”

(Adnkronos) - “Il Codacons interviene dinanzi al Tar del Lazio contro il ricorso promosso da Chiara Ferragni volto ad ottenere l’annullamento della sanzione elevata dall’Antitrust per il caso del pandoro Balocco”. Lo fa sapere l’associazione dei consumatori, che “non solo contesta a tutto campo le assurde tesi difensive dell’influencer, ma in sede di ricorso chiederà