Sbarco Luna, Renzi: Anche se al governo, negazionisti restano mediocri-2-

Milano, 20 lug. (LaPresse) – “La conquista della Luna – sottolinea – è una pagina di storia, timore e bellezza. E la vittoria dell’uomo contro i suoi limiti. È il successo americano sognato da Kennedy all’inizio degli anni 60, dopo aver subito una cocente sconfitta dai russi: ogni trionfo comincia con una caduta. È l’ansia del mondo intero incollato alla tv per seguire istante dopo istante lo sbarco, mentre alla Casa Bianca Nixon ha sul tavolo già pronti il discorso per parlare alla nazione in caso di disastro e ‘celebrare gli eroi’ scomparsi”.

“Dopo quel giorno di 50 anni fa, niente sarà più come prima, nemmeno l’emozione davanti alla poesia di Leopardi o una notte alle stelle con gli amici. Perché la luna conquistata diventa il simbolo di ciò che l’uomo può fare. E di ciò che un Paese ha la forza di sognare. Perché senza capacità di sognare, e senza la voglia di realizzare i propri sogni, un Paese lentamente muore”, conclude Renzi.

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Il presidente israeliano Herzog: “È l’Iran che ha dichiarato guerra, Tel Aviv sta valutando. Proteggeremo la nostra gente”

ROMA – “Non cerchiamo le guerre“: lo ha detto il presidente di Israele, Isaac Herzog, in un’intervista con l’emittente Sky News, all’indomani del lancio di droni e missili dall’Iran in risposta al bombardamento di Tel Aviv sul consolato di Teheran nella capitale siriana Damasco del primo aprile. LEGGI ANCHE: Finito il G7, Netanyahu avrebbe deciso

Ecco come Israele ha sventato l’attacco dell’Iran alla base degli F35 a Nevatim

(Adnkronos) - Era la base aerea di Nevatim, nel Negev, l’obiettivo principale dell’attacco iraniano della scorsa notte contro Israele. La base degli F35 da cui, secondo Teheran, è partito il raid del primo aprile scorso contro il suo consolato a Damasco, nel quale è stato ucciso il generale dei Pasdaran Mohammad Reza Zahedi. E’ l’unico

Udinese-Roma, malore per Ndicka: partita sospesa

(Adnkronos) - Udinese-Roma sospesa per il malore accusato dal difensore giallorosso Obite Evan N'Dicka. Il giocatore ivoriano, 24 anni, si è accasciato improvvisamente in campo e il gioco è stato fermato al 72'. Secondo quanto si è appreso avrebbe manifestato un dolore al petto, lo staff medico lo ha soccorso immediatamente fornito di defibrillatore. Il