Aids, parte la campagna del ministero su social e tv: ‘Con l’Hiv non si scherza’

Parte giovedì 1 agosto la nuova campagna del Ministero della Salute sulla prevenzione dell’hiv. Stefano Fresi, Francesco Montanari e la youtuber Sofia Viscardi sono i nuovi convinti testimonial insieme a Dario Vergassola, ideatore della campagna. L’iniziativa è il frutto della collaborazione con le associazioni e gli esperti della comunità scientifica riuniti nel Comitato tecnico sanitario, la campagna di quest’anno aggiunge al tema della prevenzione quello dello stigma. I dati ci dimostrano che non ci sono categorie di persone più a rischio di altre nel contrarre il virus, ma ci sono comportamenti rischiosi per ogni individuo perché non corretti. Tutti sono potenzialmente a rischio e a sottolinearlo è l’hashtag di campagna #L’HIVriguardatutti. L’invito è quello di proteggere se stessi e gli altri: usare il preservativo e fare il test dell’Hiv.

 A supporto della campagna, gli esperti del Telefono verde ‘AIDS e infezioni sessualmente trasmesse 800861061’ sono disponibili per informazioni e un counseling personalizzato.
I tre nuovi spot e la pillola web (sui social) partiranno in televisione (RAI e emittenti Mediaset) con un primo flight a fine luglio, poi in autunno la campagna proseguirà su altri mezzi.
 

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Ucraina, Consiglio Ue: “Fornire difesa aerea, urgente invio missili e munizioni”

(Adnkronos) - "Il Consiglio europeo sottolinea il bisogno di fornire con urgenza sistemi di difesa aerea all'Ucraina e di velocizzare e intensificare l'invio di tutta l'assistenza militare necessaria, inclusi munizioni per l'artiglieria e missili. Invita il Consiglio, in particolare nel prossimo summit, e gli Stati membri ad assicurare il necessario seguito". E' quanto si legge

Draghi scalda atmosfera a Consiglio Ue (e soprattutto in Italia)

Pieno sostegno da Calenda, Salvini stronca governo ex banchiere Bruxelles, 17 apr. (askanews) – Il giorno dopo il discorso di Mario Draghi a Bruxelles, con la richiesta di un "cambiamento radicale" dell'Unione europea, fa discutere la possibilità di un incarico di vertice – Consiglio europeo o Commissione – per l'ex banchiere centrale e primo ministro.

Porta un morto in banca: “E’ mio zio, deve farmi un prestito”

(Adnkronos) - Porta un morto in banca e prova a far firmare il cadavere per ottenere un prestito di 3000 euro. E' la surreale vicenda che in Brasile coinvolge una donna, Erika de Souza Vieira, arrestata a Rio de Janeiro. La donna si è presentata in una banca della zona di Bangu con un uomo