Salvini alle ong: “Non siamo il campo profughi d’Europa”

“C’è una ong spagnola e una norvegese, abbiamo detto loro di andare in Spagna e Norvegia. L’Italia non è il campo profughi d’Europa”. Così il ministro dell’Interno Matteo Salvini, in visita a Policoro, in Basilicata, sui due divieti di ingresso firmati negli ultimi giorni nei confronti di altrettante navi con migranti a bordo. Si tratta della Open Arms di Proactiva Open Arms e la Ocean Viking di SOS Méditerranée. Poi il vicepremier commenta la lettera di Mattarella sul Decreto Sicurezza. Nel testo della missiva il presidente della Repubblica insisteva sull’obbligo di salvare le vite in mare previsto dai trattati: “Se il porto più vicino è la Tunisia o Malta non si capisce perché tutti debbano arrivare in Italia”, è la risposta del ministro.

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Arresti e misure per 18 anarchici per le bombe carta e le vetrine rotte al corteo per Cospito

ROMA – La Polizia della Questura di Torino sta eseguendo diverse misure cautelari in tutta Italia nei confronti di anarco-insurrezionalisti responsabili dei reati di devastazione, violenza e lesioni aggravate a Pubblico Ufficiale commessi in occasione della manifestazione nazionale svoltasi a Torino il 4 marzo 2023 in solidarietà ad Alfredo Cospito, detenuto in regime di 41

Europee, ecco tutti i candidati del Pd

ROMA – Ecco le liste dei candidati del Pd alle elezioni europee approvate dalla direzione nazionale del Partito democratico che si è svolta ieri: Liste PD Nord Ovest Cecilia Strada (Capolista)Brando BenifeiIrene TinagliAlessandro ZanAntonella ParigiGiorgio GoriEleonora EviPierfrancesco MaranElena AccossatoDavide MattielloMonica RomanoEmanuele FianoLucia ArtusiFulvio CentozDonatella AlfonsoFabio Pizzul Lista PD Sud Lucia Annunziata (Capolista)Antonio DecaroPina PiciernoSandro RuotoloJasmine

Schlein candidata, l’affondo di Conte: “Mettere nome per pochi voti in più è una presa in giro”

ROMA – “Nella nostra comunità non è pensabile che tu chiedi i voti, esibisci il tuo nome sulla scheda elettorale e non sei conseguente. Per noi questa è una presa in giro dei cittadini. Non è una questione di Schlein, ma anche di Meloni e altri leader politici che volevano fare così per acquisire qualche