Asl Roma 6, psicoterapia online breve dĂ  risposta ai pazienti durante pandemia

ROMA – La Asl Roma 6, in linea con la Regione Lazio, punta sulla telemedicina e sulla digitalizzazione della sanitĂ  “nell’ottica di un efficientamento dell’assistenza”. Lo si legge sul sito dell’Azienda sanitaria.

“Negli ultimi mesi- scrive- le restrizioni imposte dalla pandemia Covid-19 hanno mostrato quanto può essere importante la psicoterapia a distanza purchĂŠ venga condotta attraverso interventi clinicamente fondati e scientificamente validati. Da ottobre 2020 la Asl Roma 6 ha riavviato una ricerca, approvata dal Comitato Etico Lazio2, in collaborazione con la start-up Transiti.net, l’UniversitĂ  degli studi di Palermo e l’UniversitĂ  degli studi di Torino, finalizzata a sviluppare un modello di intervento maggiormente efficace, tempestivo e capillare nel contrasto ad ansia e depressione, tramite un metodo certificato di psicoterapia breve (Terapia Dinamica Interpersonale) della durata di sedici sedute erogato tramite Telemedicina. Si tratta del sistema Voip, un dispositivo di trasmissione online, protetta, audio-video che garantisce la massima sicurezza necessaria per la privacy dei colloqui.

Attualmente, viste l’attuale situazione emergenziale della pandemia, la ricerca si svolge solo attraverso interventi di psicoterapia erogata in videoconferenza ed è destinata a soggetti di etĂ  compresa fra 16 e 35 anni, con sintomatologia ansioso-depressiva, afferenti ai servizi dei Tsmree (Tutela Salute Mentale e Riabilitazione in EtĂ  Evolutiva) dei Csm (Centri di Salute Mentale) e a donne, incinte o puerpere, con sintomatologia depressiva post-partum, afferenti ai Consultori aziendali. Nello specifico il progetto di ricerca ha voluto dimostrare la maggior efficacia del protocollo Dit (Terapia dinamica interpersonale) per ansia e depressione, rispetto ai trattamenti usualmente erogati nei servizi di salute mentale, nonchĂŠ i vantaggi della telemedicina, con l’obiettivo di razionalizzare i costi e consentire l’accesso alle cure al maggior numero di pazienti possibile”.

Se la piattaforma nasce come uno strumento all’interno dello studio aziendale sulla ‘Valutazione dell’efficacia della psicoterapia breve Dit online’, per realizzare un trattamento psicoterapeutico, il protrarsi dell’emergenza Covid-19 e la fase del lockdown “hanno reso necessarie l’estensione dell’utilizzo a un numero crescente di operatori per trattamenti diversi- dice ancora la Asl Roma 6- L’utilizzo della digitalizzazione ha consentito di dare una risposta ai pazienti che non potevano accedere ai Servizi. La tipologia di questa nuova modalitĂ  di approccio al paziente ha dato la possibilitĂ  agli utenti delle fasce piĂš deboli, appartenenti ai Servizi dei Dsm Dp, di proseguire le attivitĂ  che diversamente si sarebbero interrotte, continuando ad essere garantiti nell”accesso’ e nella continuitĂ  alle cure. Attraverso la piattaforma da remoto è stato possibile effettuare, ad esempio, colloqui di sostegno e attivitĂ  riabilitative. La piattaforma si sta dimostrando un valido strumento di lavoro che va ad integrarsi con le attivitĂ  preesistenti”.

“Da questa sperimentazione determinata da uno stato di necessitĂ , è nata un’opportunitĂ  che può essere utilizzata per la tipologia dei pazienti afferenti ai nostri Servizi anche nel futuro” conclude la Asl Roma 6 sul proprio sito.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Israele, media: spari Idf su civili in viaggio verso Gaza. Netanyahu rinvia operazione a Rafah

(Adnkronos) - Le Forze della difesa israeliana hanno sparato contro i palestinesi che stavano cercando di tornare nel nord della Striscia di Gaza causando cinque morti. Lo riferiscono fonti mediche di Gaza, come riporta il quotidiano Haaretz. Migliaia di persone si sono messe in viaggio verso Gaza city dopo che era stato annunciato il via libera

Il presidente israeliano Herzog: “È l’Iran che ha dichiarato guerra, Tel Aviv sta valutando. Proteggeremo la nostra gente”

ROMA – “Non cerchiamo le guerre“: lo ha detto il presidente di Israele, Isaac Herzog, in un’intervista con l’emittente Sky News, all’indomani del lancio di droni e missili dall’Iran in risposta al bombardamento di Tel Aviv sul consolato di Teheran nella capitale siriana Damasco del primo aprile. LEGGI ANCHE: Finito il G7, Netanyahu avrebbe deciso

Ecco come Israele ha sventato l’attacco dell’Iran alla base degli F35 a Nevatim

(Adnkronos) - Era la base aerea di Nevatim, nel Negev, l’obiettivo principale dell’attacco iraniano della scorsa notte contro Israele. La base degli F35 da cui, secondo Teheran, è partito il raid del primo aprile scorso contro il suo consolato a Damasco, nel quale è stato ucciso il generale dei Pasdaran Mohammad Reza Zahedi. E’ l’unico