Bonaccini tifa per il passaporto vaccinale europeo “per riaprire in sicurezza”

BOLOGNA – Stefano Bonaccini ‘tifa’ per il passaporto vaccinale europeo. “Credo che si debba ancora capire meglio cosa significa- premette il presidente dell’Emilia-Romagna e della conferenza delle Regioni- ma io credo che un passaporto vaccinale sarebbe utile, ovviamente se fosse europeo ancora meglio, per evitare di trattare le persone in maniera differente a seconda del paese dove vivono”. Ma una cosa per Bonaccini è indubbia: “PiĂš persone si vaccinano piĂš è possibile far riaprire in sicurezza quelle realtĂ  che oggi soffrono tanto. In particolare pubblici esercizi, mondo della cultura, dello spettacolo, del turismo e dello sport”. Il governatore ne parla inaugurando oggi a Budrio (Bologna) il nuovo hub vaccinale. In regione “è uno dei 22 nuovi punti che si aggiungono ai 102 esistenti, arriveremo a 124”, sottolinea. Entro la fine della settimana “apriremo fino a mezzanotte almeno un hub in ognuna delle province dell’Emilia-Romagna, a Bologna si comincia subito. Poi pronti ad aumentare ulteriormente le dosi, abbiamo giĂ  superato le 20.000 al giorno ma possiamo andare ben oltre. L’importante è che arrivino le dosi”.

Ma in vista del confronto col Governo di oggi, che vedrĂ  anche la presenza del premier Mario Draghi, “alcune buone notizie giĂ  ci sono”, sottolinea Bonaccini. Entro il 3 aprile è previsto infatti l’arrivo di un milione di dosi Pfizer, mezzo milione di Moderna e oltre 1,3 milioni di AstraZeneca. Inoltre “chiederemo la conferma di quel piano che prevede 50 milioni di dosi circa tra aprile e giugno e altre 80 milioni tra luglio e fine settembre. Per l’Emilia-Romagna vorrebbe dire avere una dote di diverse milioni di dosi che ci permetterebbero di vaccinare tutti gli emiliano-romagnoli entro l’autunno, che è quello che dovrebbe fare il Paese”.

Tra le buone notizie anche il prossimo arrivo delle monodosi di Johnson&Johnson, attese per la seconda metĂ  di aprile, quindi “tra non molte settimane”. Per quanto riguarda invece lo Sputnik, ricorda Bonaccini, “per poter essere utilizzato deve fare le procedure”. Infine “entro l’estate” si attende anche il vaccino italiano, ReiThera. In ogni caso con l’aumento di dosi giĂ  oggi garantito l’Emilia-Romagna terminerĂ  “entro fine aprile” la doppia dose a tutti gli over 80.

LEGGI ANCHE: Domenica a Bologna gite, grigliate e basket: 105 multe dai Carabinieri

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Attacco Iran, Israele pronto a risposta ma Usa frenano. Khamenei: Gerusalemme sarĂ  nostra

(Adnkronos) - Israele risponderà all'attacco subito nella notte tra sabato e domenica dall'Iran. Lo ha deciso il gabinetto di guerra israeliano convocato in serata dal primo ministro Benjamin Netanyahu senza però specificare quando e dove avverrà la rappresaglia. Le Forze di difesa israeliane hanno ''approvato piani di difesa e di attacco'', ha fatto sapere il portavoce

Inter-Cagliari 2-2, scudetto nerazzurro con vittoria nel derby

(Adnkronos) - L'Inter e il Cagliari pareggiano 2-2 oggi nel match della 32esima giornata della Serie A e compie un altro passo verso lo scudetto 2023-2024. I nerazzurri guidano la classifica con 83 punti e 14 lunghezze di vantaggio sul Milan, secondo a quota 69. LunedĂŹ 22 aprile si gioca il derby Milan-Inter e la

Medio Oriente, monito Russia e Cina: “No a provocazioni, scongiurare escalation”

ROMA – No a “provocazioni pericolose”: è il monito che è arrivato da un colloquio tra i ministri degli Esteri di Russia e Iran, rispettivamente Sergej Lavrov e Hossein Amir-Abdollahian.Del contenuto della conversazione ha riferito il dicastero di Mosca. “È stato evidenziato”, si sottolinea nella comunicazione, “che una ulteriore escalation delle tensioni nella regione e