Raggi consegna la Lupa capitolina ai figli di Nino Manfredi

ROMA – La Lupa capitolina a Roberta e Luca, figli del grande Nino Manfredi, a cento anni dalla sua nascita. “Ha dato tanto a Roma e i romani lo amano ancora tanto”, ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, che ha voluto celebrare l’anniversario ai Musei capitolini, nella sala dell’Esedra del Marco Aurelio. Durante la cerimonia trasmessa in streaming, Roberta e Luca hanno raccontato il loro papà. A partire da Luca, che per ricordarlo ha realizzato e diretto il documentario ‘Uno nessuno cento Nino’ che andrà in onda stasera su Rai 2.

Guarda la cerimonia qui: https://www.youtube.com/watch?v=jf_lxyCSvmk

“Non era romano, era un ciociaro emigrato, ma ha sempre considerato Roma come la sua città di adozione- ha detto- Nino ha amato tantissimo il suo lavoro e noi come figli lo abbiamo avuto un po’ meno, ma ci ha dato tanto dal punto di vista artistico”. Luca per questi cento anni ha scritto anche ‘Un friccico nel core’, il libro dedicato all’attore che oggi ha regalato alla sindaca Raggi. “Aveva una grande disciplina e un grande rispetto per il lavoro. Voleva sempre alzare l’asticella della qualità- ha poi ricordato Roberta- L’uomo Nino aveva un grandissimo rispetto degli altri, dell’ambiente: se c’era una carta per terra, la raccoglieva. Se tutti facessimo questo la città sarebbe più pulita. Era il primo a mangiare gli avanzi, non si buttava niente. Avevamo un pollaio che lui adorava, andava sempre lì a parlare con le galline. Era un essere umano speciale. La gente ancora oggi lo ricorda con affetto e speriamo che con questa celebrazione- ha aggiunto- anche qualche ragazzo sotto i 30 anni lo possa scoprire e apprezzare. Questo è il mio augurio più grande”. Insieme a Raggi e ai figli di Nino Manfredi, presenti anche Lorenza Fruci, assessora alla Crescita culturale di Roma Capitale, che ha ricordato di Manfredi “l’umanità e lo sguardo che scaldava il cuore”, Teresa De Santis, presidente Rai Com, Angelo Teodoli, amministratore delegato Rai Com, Ludovico Di Meo, direttore Rai Due, Duilio Giammaria, direttore Rai Documentari, Patrizia Cardelli, direttore Rai Libri, Fabrizio Casinelli, direttore comunicazione e rapporti istituzionali Rai Com.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Ucraina, Consiglio Ue: “Fornire difesa aerea, urgente invio missili e munizioni”

(Adnkronos) - "Il Consiglio europeo sottolinea il bisogno di fornire con urgenza sistemi di difesa aerea all'Ucraina e di velocizzare e intensificare l'invio di tutta l'assistenza militare necessaria, inclusi munizioni per l'artiglieria e missili. Invita il Consiglio, in particolare nel prossimo summit, e gli Stati membri ad assicurare il necessario seguito". E' quanto si legge

Draghi scalda atmosfera a Consiglio Ue (e soprattutto in Italia)

Pieno sostegno da Calenda, Salvini stronca governo ex banchiere Bruxelles, 17 apr. (askanews) – Il giorno dopo il discorso di Mario Draghi a Bruxelles, con la richiesta di un "cambiamento radicale" dell'Unione europea, fa discutere la possibilità di un incarico di vertice – Consiglio europeo o Commissione – per l'ex banchiere centrale e primo ministro.

Porta un morto in banca: “E’ mio zio, deve farmi un prestito”

(Adnkronos) - Porta un morto in banca e prova a far firmare il cadavere per ottenere un prestito di 3000 euro. E' la surreale vicenda che in Brasile coinvolge una donna, Erika de Souza Vieira, arrestata a Rio de Janeiro. La donna si è presentata in una banca della zona di Bangu con un uomo