Zingaretti: “Non mi candido a sindaco di Roma”

ROMA – “Sono presidente della Regione Lazio fino al 2023. Faccio l’amministratore da 14 anni perchĂŠ in questa Regione ho sempre vinto le elezioni. Mi auguro che la mia comunitĂ  metta in campo altre risorse”. Lo ha detto ieri sera il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, parlando a diMartedĂŹ su La7 in merito alle voci relative a una sua candidatura a sindaco di Roma alle prossime comunali.

LEGGI ANCHE: Roma, Guerrini lascia M5S. Pd e Lega: “Raggi non ha più maggioranza”

Roma, Sala: “Spero che tra Pd e Calenda si trovi una sintesi”

L’ex segretario del Pd ha poi rivendicato: “Sono stato il primo a dire che consideravo la ricandidatura di Virginia Raggi una minaccia per Roma. Lo dico ancora oggi, non è che ho problemi. Non confondiamo l’amore per Roma con il basso calcolo delle alleanze politiche. Sono presidente della Regione Lazio e vorrei, voglio, portare avanti questa missione”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Omicidio Ciatti, Cassazione conferma condanna a 23 anni di carcere per Bissoultanov

(Adnkronos) - Confermata in Cassazione la condanna a 23 anni di carcere per Rassoul Bissoultanov, il ceceno, tuttora latitante, per aver pestato e ucciso Niccolò Ciatti nella notte tra l’11 e il 12 agosto 2017 fuori da una discoteca di Lloret de Mar in Spagna.  I supremi giudici della prima sezione penale, accogliendo quanto chiesto

SostenibilitĂ , Dentis (Coripet): “Importante scadenza 2025 plastica riciclata in bottiglie Pet”

(Adnkronos) - A partire dal 1 gennaio “2025 le bottiglie per bevande in PET” dovranno contenere “almeno il 25% di plastica riciclata. Questa scadenza cambia radicalmente quello che è stato l'approccio finora alla riciclabilità e a quella che è la politica industriale. Siamo partiti da lontano, con quella che era una volontà dell'Europa di raccogliere

Scuola, il pediatra: “Troppo caldo in estate, giusto stop di 3 mesi accorciare altre vacanze”

(Adnkronos) - "Troppi tre mesi di pausa estiva per gli studenti italiani? Io al contrario da tempo ho proposto addirittura la riapertura delle scuole" non a settembre, ma "al primo ottobre. Il motivo è semplice e riguarda la temperatura. Con il riscaldamento climatico che c'è, le alte temperature non favoriscono l'apprendimento e la frequenza scolastica.