Assemblea pubblica degli operai Whirlpool di Napoli, Fiom: “Multinazionale specula sulla pandemia”

NAPOLI – È in corso, in piazza del Plebiscito a Napoli, una assemblea pubblica dei lavoratori della Whirlpool insieme ai delegati delle segreterie nazionali di Fim, Fiom e Uilm. “La gente come noi non molla mai” e “Napoli non molla” sono gli slogan scanditi al megafono dalle operaie dello stabilimento di via Argine. “In questa drammatica pandemia – ha osservato Barbara Tibaldi, componente della segreteria nazionale della Fiom-Cgil – la vendita di elettrodomestici è aumentata. Le persone stanno a casa, comprano frigoriferi, rinnovano le cucine, comprano lavatrici. Due anni fa Whirlpool ci disse che il settore andava male, che le lavatrici prodotte a Napoli erano diventate un costo insostenibile. Ci dissero: se non si chiude Napoli saranno in pericolo tutti gli stabilimenti. È arrivato il virus e Whirlpool ha fatto i soldi: nel mezzo di questa pandemia è passata da 4 milioni di pezzi prodotti a 5 milioni”. “In questa abbondanza – ha aggiunto Tibaldi – le multinazionali, in particolare Whirlpool, decidono di speculare ulteriormente, caricando di lavoro gli stabilimenti attivi in Italia e portando una parte del lavoro in Turchia, in India, in Cina per guadagnare ancora di più. Questi lavoratori portano avanti una lotta con 350 operai contro una multinazionale americana, un gigante, una delle aziende del settore più grande del mondo. Questi operai e queste operaie hanno più lungimiranza di chi ci governa”.”Anche questo governo – ha denunciato Nicola Ricci, segretario generale della Cgil di Napoli e della Campania – non ha un’idea di politica industriale. L’area di via Argine e la Whirlpool rappresentano produzioni di eccellenza, ce lo dice il mercato, ma la scelta alla fonte è sbagliata: si dismette Napoli per favorire all’interno dello stesso gruppo altri siti. Via Argine deve restare aperta, la fabbrica potrebbe ripartire già da domani”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Israele e Ucraina, Erdogan scrive al Papa: “Insieme per la pace, alziamo la voce”

(Adnkronos) - Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha scritto a "Sua Santità Papa Francesco, Guida Spirituale del Mondo Cattolico" per sottolineare la necessità che "la comunità internazionale agisca in cooperazione e coordinamento" per "le sfide che dobbiamo affrontare". Tra queste, Erdogan ha citato "in particolare gli attacchi indiscriminati israeliani a Gaza, dove si muore

Lotito: “Luis Alberto ha un contratto con la Lazio, non va via gratis”

(Adnkronos) - "Luis Alberto? Probabilmente vuole andare via gratis. E invece no, ha un contratto di quattro anni, è un tesserato. Porti lui la squadra" che lo vuole. Risponde così all'Adnkronos il presidente della Lazio, Claudio Lotito, sulle dichiarazioni di ieri del giocatore che alla fine del match contro la Salernitana, vinto 4-1 dai biancazzurri

“Ringraziate l’ammazza orsi”, danni per 60mila euro alla vigna dei familiari di Fugatti

(Adnkronos) - Distrutte un centinaio di viti per un danno, non assicurato, da 60mila euro come rappresaglia nei confronti del presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti e della sua politica sull'abbattimento degli orsi.  E' l'azione messa in atto da un gruppo di attivisti nei confronti dei familiari di Fugatti, proprietari delle piante del