Il Comune di Bologna lancia una campagna per contrastare le truffe agli anziani

BOLOGNA – “Non mi convinci mica!”. Questo lo slogan della nuova campagna di comunicazione promossa dal Comune di Bologna, in collaborazione con la Prefettura, per prevenire e contrastare le truffe a danno degli anziani, informando i cittadini sui comportamenti da adottare per tutelarsi e sulle azioni da intraprendere dopo esserne state vittime. E visto che quello delle truffe, spiega Palazzo D’Accursio, è “un fenomeno complesso e in continua evoluzione”, e che “la pandemia da Covid ha portato anche al diffondersi di nuovi pericoli, con i truffatori che cercano di intercettare gli anziani nelle loro case con la scusa di eseguire tamponi o sanificazioni dell’appartamento”, la campagna “si basa su una strategia che intende raggiungere la popolazione piĂą fragile, ma anche i familiari e l’intera cittadinanza, in modo che tutti possano scendere in campo per prevenire e contrastare questo odioso fenomeno”. I messaggi verranno infatti veicolati attraverso diversi canali e strumenti.

Nel dettaglio, sono previsti manifesti affissi su tutto il territorio comunale, volantini distribuiti nei luoghi piĂą frequentati dagli anziani, spot radiofonici sulle radio San Luchino, International e Nettuno, uno spot televisivo su ‘E’tv’, inserzioni sui quotidiani locali, podcast tematici di approfondimento e aggiornamenti costanti attraverso card e video-infografiche sulla pagina Facebook dedicata.

L’amministrazione ricorda poi che la campagna di comunicazione “si affianca alle azioni di contrasto alle truffe promosse attraverso il Protocollo d’intesa a favore dei cittadini anziani vittime di scippo, rapina, estorsione, furto e truffa, siglato dal Comune assieme ai sindacati dei pensionati Spi-Cgil, Fnp-Cisl, Uilp-Uil e Cna Pensionati e alle associazioni di volontariato Anteas, Rivivere e Gruppo San Bernardo”. Il Protocollo prevede l’erogazione, da parte del Comune, di un contributo forfettario di 100 euro agli anziani vittime di truffa, furto o rapina, a parziale rimborso del danno subito.

Nel caso che il furto avvenga al momento del ritiro della pensione il contributo può essere elevato fino a 500 euro, mentre può salire fino a 300 euro in caso di furto con scasso con danni a porte o infissi. La richiesta deve essere presentata nelle sedi delle organizzazioni partner, dopo aver presentato denuncia. Infine, da Palazzo D’Accursio ribadiscono che è stato attivato anche “uno sportello gratuito di supporto psicologico, realizzato grazie alla collaborazione con Anteas volontariato Bologna e associazione Rivivere, per affrontare i traumi derivanti da furti, truffe e raggiri”.

LEGGI ANCHE: Senza tetto né cibo per i figli, Polizia di Reggio Emilia paga albergo e cena

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Elezioni regionali Basilicata, secondo giorno di voto: seggi aperti fino alle 15

(Adnkronos) - Si sono riaperte alle 7 le urne in Basilicata per l'elezione del presidente della giunta regionale e per il rinnovo del Consiglio regionale della dodicesima legislatura. Si vota sino alle 15, subito dopo la chiusura dei seggi inizierà lo spoglio.  Ieri nella domenica del voto l'affluenza è stata del 37,74% dei circa 568mila

Prime pagine dei quotidiani di Lunedì 22 Aprile 2024

RIPRODUZIONE RISERVATA L'articolo Prime pagine dei quotidiani di Lunedì 22 Aprile 2024 proviene da Agenzia Dire. Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l'indirizzo https://www.dire.it

Basilicata, dalle 7 seggi aperti, si vota fino alle 15

Alla chiusura delle urne inizierà lo spoglio dei voti Potenza, 22 apr. (askanews) – In Basilicata alle 7 hanno aperto i seggi per il secondo giorno delle elezioni regionali. Si vota, con la formula del turno unico, fino alle 15. Ieri alle 23, alla chiusura dei seggi, l'affluenza è stata del 38,26%, in calo rispetto