L’astronauta Thomas Pesquet nominato ambasciatore della Fao

ROMA – In quella che è celebrata in tutto il mondo come Giornata internazionale del volo umano nello spazio, l’astronauta Thomas Pesquet, dell’Agenzia spaziale europea (ESA), è stato oggi nominato ambasciatore di buona volontà dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (Fao).

Pesquet, si riferisce in una nota, aiuterà la Fao a sensibilizzare l’opinione pubblica in merito all’importanza di trasformare i sistemi agroalimentari mondiali, rendendoli più resilienti, inclusivi, efficienti e sostenibili per poter far fronte alle sfide di una fame persistente e crescente e della tutela dell’ambiente e della biodiversità del pianeta.

Nel conferire il titolo a Pesquet, il direttore generale della Fao Qu Dongyu ha osservato che, alla luce dei dati relativi alla fame, che segnalano un fenomeno in aumento (sono quasi 690 milioni le persone che attualmente soffrono la fame e, secondo le ultime stime, la pandemia Covid-19 potrebbe gettare altri 132 milioni di persone in una situazione analoga), la strada dell’ordinaria amministrazione non è più percorribile. “C’è bisogno del sostegno di ogni cittadino. C’è bisogno della scienza. E, soprattutto, c’è bisogno di azioni concrete,” ha aggiunto il direttore generale. “Thomas Pesquet ci offre una prospettiva unica nel suo genere: il punto di vista dello spazio”.

“Negli anni, Thomas ha collaborato con la Fao contribuendo a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’impatto che i cambiamenti climatici producono sull’agricoltura, sull’importanza di avere accesso a un’alimentazione nutriente e sulla necessità di gestire con oculatezza le nostre risorse naturali, riducendo le perdite e gli sprechi alimentari. Sono lieto dell’impegno, che oggi rinnovi nella tua nuova veste di Ambasciatore di buona volontà della Fao, a rafforzare ulteriormente la nostra collaborazione,” ha dichiarato il Direttore Generale della Fao.

“Accetto la nomina ad ambasciatore di buona volontà della Fao con particolare orgoglio. Anche in questo periodo in cui mi sto preparando alla mia prossima missione spaziale mi sento più che mai vicino all’operato della Fao. Ho intenzione di far conoscere all’opinione pubblica le iniziative di lotta contro la fame,” ha affermato Thomas Pesquet, la cui seconda missione sulla Stazione spaziale internazionale, denominata Alpha, dovrebbe iniziare il 22 aprile e protrarsi per 6 mesi.

Pesquet sarà il primo astronauta dell’Esa a viaggiare su una capsula Crew Dragon della SpaceX, che sarà lanciata nello spazio su un vettore Falcon 9 dalla Florida, negli USA.

LEGGI ANCHE: La nuova era dello Spazio debutta con Elon Musk

]]

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Lavoro, De Luca: “Da innovazione tecnologica nuove sfide, il futuro passa dalla formazione”

(Adnkronos) - "In un’epoca contraddistinta dall’innovazione tecnologica e da prassi di welfare aziendale che incoraggiano flessibilità e adattabilità, è opportuno guardare al futuro tenendo bene a mente i cambiamenti e le sfide che la transizione economica in atto determinerà sul lavoro e l’occupazione". Lo ha affermato Rosario De Luca, presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei

Lega, Bossi: “Nuovo leader? Serve attenzione a questione settentrionale”

(Adnkronos) - "Non mi pare che Matteo Salvini abbia mostrato attenzione per la questione settentrionale, ma serve andare in quella direzione. Servirebbe qualcuno che abbracci la questione e la porti avanti con determinazione". Umberto Bossi risponde così alle domande dei cronisti, in un breve incontro nel giardino della sua villetta, a Gemonio, in occasione del

Imballaggi, Hera ospita ministro Pichetto per il punto sul Regolamento Ue

(Adnkronos) - Un’Italia ancora più impegnata nella transizione green e nella rigenerazione delle risorse, facendo leva anche sul know-how capitalizzato nelle filiere del riciclo e rigenerazione degli scarti, in primis quelli in plastica da imballaggio. È stato questo il focus del talk ospitato oggi pomeriggio a Borgolavezzaro (NO) nell’impianto di Aliplast, controllata del Gruppo Hera