Marche, piano triennale del turismo: audizioni in commissione

ANCONA – Il Piano regionale del Turismo 2021-2023 al centro dei lavori della Commissione Sviluppo economico, presieduta da Andrea Putzu (FdI), che ha svolto una serie di audizioni con le organizzazioni di categoria e le associazioni di settore. “Ho voluto coinvolgere tutte le realtà che operano in questo comparto- evidenzia lo stesso Putzu- e sono soddisfatto dei contributi ricevuti dagli operatori. Il turismo è uno dei settori maggiormente colpiti dall’emergenza epidemiologica da Covid-19 ed è fondamentale programmare e pianificare sin da oggi le attività per il futuro. Ringrazio il Presidente Acquaroli che ha voluto tenere la delega al Turismo per rilanciare le nostre Marche in Italia e nel Mondo”.

Per Mirko Bilò (Lega), relatore di maggioranza dell’atto, “le audizioni sono state una proficua occasione per ricevere dal ‘sistema’ turistico-imprenditoriale marchigiano una serie di interessanti input, che andranno utilmente allineati con la strategia complessiva di promozione internazionale della Regione Marche con l’obiettivo comune di rilanciare l’intero comparto”. Il consigliere sottolinea anche come alcune delle indicazioni pervenute dagli imprenditori vadano “proprio nella direzione della mozione di cui sono primo firmatario riguardante il miglioramento dei collegamenti con le Marche per rendere più fruibile il territorio ai viaggiatori e turisti, approvata dal Consiglio regionale nel dicembre scorso”. E aggiunge: “Lavoreremo per arrivare a una programmazione quanto più condivisa, recependo nel migliore dei modi le indicazioni pervenute dal territorio e orientando la programmazione ai dati statistici riferiti alla domanda e offerta di turismo e internazionalizzazione”.

Il relatore di opposizione, Antonio Mastrovincenzo (Pd) evidenzia come il turismo sia “ un settore strategico per la nostra regione, tra i più colpiti dalla pandemia. Per il suo rilancio sarà importante in futuro utilizzare al meglio anche le risorse europee e del Recovery Fund” . Il Piano triennale è un atto “importante che va approfondito e migliorato. Anche per questo è fondamentale il confronto che abbiamo avuto con le organizzazioni di categoria e le associazioni che operano nel settore, a cui va il mio ringraziamento per il loro prezioso contributo”. Nel corso delle audizioni “sono emerse sollecitazioni e proposte utili- prosegue il consigliere Pd- che sicuramente potranno essere valorizzate nel testo che andrà in approvazione in Aula. Dopodiché sarà importante la declinazione annuale di questa programmazione e su questo è importante conoscere le idee della Giunta regionale su priorità e risorse da investire”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Infrastrutture, Accenture: “La trasformazione digitale è la chiave per lo sviluppo”

(Adnkronos) - "L’utilizzo delle tecnologie innovative è fondamentale per la pianificazione, la costruzione e il monitoraggio delle infrastrutture stradali, ferroviarie, portuali, aereoportuali e logistiche nel nostro Paese. Il digitale - e l’intelligenza artificiale in particolare - rappresenta una delle sfide e delle opportunità più rilevanti del nostro tempo ed è cruciale che l'Italia si posizioni

Udinese, allenatore Gabriele Cioffi esonerato

(Adnkronos) - "Udinese Calcio comunica di aver sollevato Gabriele Cioffi dall'incarico di allenatore responsabile della prima squadra". Lo fa sapere il club dal suo sito. "Al mister i ringraziamenti per la professionalità dimostrata e il lavoro svolto durante questi mesi, a lui i migliori auguri per il prosieguo di carriera. Il Club ringrazia anche i

Ipereosinofilia complessa, esperte: “Per diagnosi serve team multidisciplinare”

(Adnkronos) - "La sindrome ipereosinofila è una malattia caratterizzata dalla presenza di ipereosinofilia, ossia di un valore di eosinofili", un tipo di globuli bianchi del sistema immunitario, "a livello ematico superiore a 1.500, e da un danno d'organo mediato da questi granulociti eosinofili. La diagnosi è complessa in quanto" la malattia "ha un interessamento multiorgano