Tumore al seno, Komen Italia: “La Carovana della Prevenzione aumenta le tappe”

ROMA – La pandemia ha determinato una riduzione media del 35% negli screening e giĂ  ora oltre 3 mila delle 56 mila donne che affronteranno un tumore del seno in Italia nel 2021 arriveranno alla diagnosi piĂą in ritardo. Anche le cure sono state fortemente rallentate e rese piĂą difficili. C’è bisogno quindi di un impegno straordinario ed è in quest’ottica che la Komen Italia ha scelto di rafforzare le proprie attivitĂ  per dare risposte concrete all’emergenza sanitaria da Covid-19.

La Carovana della Prevenzione il programma nazionale itinerante di protezione della salute femminile che da ottobre 2017 ha già offerto gratuitamente con le sue 4 Unità Mobili più di 33.000 prestazioni mediche ai territori e alle comunità più in difficoltà verrà ulteriormente accelerato. Entro la fine dell’anno saranno organizzate 50 giornate aggiuntive per offrire a più di 2.500 donne esami gratuiti per la diagnosi precoce dei tumori del seno e ginecologici nelle aree dove la prevenzione è rimasta più indietro.

Esami di prevenzione saranno offerti ad altrettante donne che più hanno risentito della pandemia nei Villaggi della Salute, programmati in autunno in occasione delle 7 Race for the Cure. Inoltre, pur consapevoli dello scenario incerto che la pandemia ancora determina, siamo al lavoro per tornare a svolgere in qualche modo le Race for the Cure a Roma (dal 7 al 10 ottobre) e anche a Bari, Bologna, Brescia, Matera, Napoli e Pescara tra settembre e novembre.In vista di questo obiettivo, dal 15 aprile partirà anche #aspettandolarace, un nuovo programma di eventi, virtuali e in presenza, per riportare al centro dell’attenzione la prevenzione e la raccolta fondi. #aspettandolarace vuole infatti incoraggiare tutte le persone che hanno conosciuto la Race a iscriversi quest’anno in anticipo e a invitare amici, colleghi e parenti a fare altrettanto per poter partecipare da subito al palinsesto di appuntamenti dedicato agli stili di vita sani, alla corretta alimentazione, al benessere psicofisico e alla cosmesi, oltre alle numerose iniziative che coinvolgeranno tanti personaggi ormai al fianco dell’Associazione. Il lancio avverrà sui canali social @komenitalia con il presidente Prof. Riccardo Masetti giovedì 15 aprile alle ore 17 in diretta con Maria Grazia Cucinotta e venerdì 16 aprile alla stessa ora con Rosanna Banfi.

Per partecipare a tutte le attività di #aspettandolarace, è necessario collegarsi al sito www.komen.it e attivare la KOMEN ITALIA CARD che ogni iscritto alla Race riceve insieme alla maglia e alla borsa. Prima ci si iscrive, prima si può partecipare alle attività proposte nel programma, ricevere i regali e usufruire delle promozioni offerte dai partner.

“Per superare in modo efficace l’emergenza che si è determinata sul fronte della prevenzione e della cura dei tumori del seno servono azioni concrete ed immediate ed è indispensabile ripartire insieme- dichiara il Prof. Riccardo Masetti, presidente di Komen Italia e direttore del Centro di Senologia della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS di Roma. Per questo stiamo facendo uno sforzo ulteriore con la Carovana della Prevenzione e i Villaggi della Salute e stiamo lavorando alacremente per consentire al maggior numero possibile di persone di ritrovarsi in qualche modo nelle Race for the Cure 2021”.

Solo unendo le forze si può vincere una sfida così impegnativa: da qui il claim “Insieme piĂą forti” scelto per questo nuovo impegno, al quale hanno giĂ  assicurato la loro adesione tanti amici della Komen Italia, CittĂ  Metropolitana di Roma Capitale e altre istituzioni, oltre ad aziende partner da sempre sensibili alle tematiche della salute e della prevenzione, come Fondazione Johnson&Johnson, Fondazione Terzo Pilastro-Internazionale, Procter&Gamble, Pfizer, Aveeno, Autostrade per l’Italia, Todis e Fidal.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Scintille Fedez-Gramellini, il rapper: “Di essere l’idolo della sinistra non mi frega un caz…”

(Adnkronos) - Dopo le polemiche sulla cover del cellulare con l'immagine di Berlusconi da parte di Fedez, che hanno alzato un polverone politico-mediatico, oggi scoppiano scintille tra Fedez e Massimo Gramellini che, sul consueto 'Caffè' quotidiano, parla del rapper e della vicenda senza andare troppo per il sottile. "Il vero mistero di Fedez è come

Ammirati (Rai): “Incendio a Stromboli grande ferita, decideranno isolani se mandarla in onda”

(Adnkronos) - "Anche noi, come servizio pubblico, abbiamo vissuto come un grande dramma quello che è accaduto a Stromboli. Uccidere una persona o fare male all'ambiente o gli animali è lo stesso. Si ferisce l'ecosistema. Penso che dobbiamo trovare una via d'uscita a quello che è stato un grande problema anche per la Rai. E

Sinner e la sconfitta a Montecarlo: “Errore dell’arbitro difficile da accettare”

(Adnkronos) - Jannik Sinner battuto in semifinale a Montecarlo da Stefanos Tsitsipas anche per un errore arbitrale. L'azzurro, numero 2 del mondo, è stato battuto in 3 set dal greco (6-4, 3-6, 6-4). Nel terzo parziale, avanti di un break, Sinner si è visto negare un game per un errore marchiano del giudice di sedia: