Vaccino, De Luca: “Priorità per età, ma guardare anche al rilancio dell’economia”

NAPOLI – “È indispensabile mantenere la vaccinazione con le priorità legate alle fasce d’età, quindi over 80 e over 70, ma contemporaneamente dobbiamo guardare sempre più al rilancio dell’economia e del lavoro”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca in una diretta Facebook. “La resistenza economica, umana e psicologica di tanti – ha sottolineato – è diventata debole, siamo entrati in una nuova fase che deve richiedere rigore, perché siamo ancora nel pieno dell’epidemia, ma anche buonsenso, cioè aiuti progressivi alle categorie economiche”. “Resta ferma la priorità per le fasce d’età, ma dobbiamo fare uno sforzo per la messa in sicurezza del comparto turistico – ha aggiunto -. Si è aperto un dibattito sui bagnini del Nord, bene, voglio ricordare che fanno lo stesso lavoro di quelli di Sorrento e Capri, dei bagnini campani che, come quelli del Nord, rischiano di perdere un altro anno di lavoro”

“CAMPANIA ULTIMA PER DOSI RICEVUTE, VERGOGNA NAZIONALE”

“Continua il mercato nero dei vaccini – afferma De Luca. Ad oggi 200mila cittadini campani sono privati del vaccino, abbiamo ricevuto 200mila dosi di vaccino in meno rispetto alla proporzione che sarebbe necessaria per la popolazione campana”. “La Campania – aggiunge – ha ricevuto un numero di vaccini pari al 25% della popolazione, siamo ultimi per fornitura di vaccini in relazione alla popolazione. È una vergogna nazionale”. De Luca denuncia che la Campania è anche “ultima per la distribuzione dei vaccini Pfizer e Moderna, riceviamo il 16% di Pfizer e l’1,7% di Moderna, sono i due vaccini che servono per la popolazione più anziana. È una vergogna nazionale ed è scandaloso che né i media né le forze politiche abbiano il coraggio e la dignità di porre rimedio a questa vergogna. Siamo al limite della delinquenza politica”.

DE LUCA A SPERANZA E FIGLIUOLO: “DECISIONE SU SPUTNIK IN 7 GIORNI”

Per il governatore campano “oggi la battaglia da fare sarebbe questa: obbligare Aifa a muoversi e pronunciarsi sul vaccino Sputnik in una settimana. Ho scritto ieri al ministro Speranza e al commissario Figliuolo per chiedere che si attivino immediatamente con Aifa per l’approvazione di Sputnik e abbiamo ribadito che i vaccini contrattualizzati, al di là delle esigenze della Campania, sono a disposizione dell’Italia intera. Ma il nostro Paese dorme in piedi e nessuno dice niente”. De Luca ha ricordato che l’uso di Sputnik sarebbe riservato alle categorie economiche, mentre Pfizer e Moderna resterebbero a disposizione dei più anziani.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Arianna Meloni apre la “sua” campagna. “Ma non mi candido”

Debutto da front runner Fdi: "non amo i riflettori ma quella di giugno è la battaglia delle battaglie" Viterbo, 19 apr. (askanews) – L'espressione del viso, quando fa il suo ingresso nella saletta delle Terme dei Papi allestita per l'incontro 'L'Italia cambia l'Europa, mostra stupore. Non tanto per le circa trecento persone in attesa di

Basilicata, Marrese: con Bardi cappa asfittica sulla cultura

In cinque anni di Governo nulla, nemmeno nominato un assessore ad hoc Potenza, 19 apr. (askanews) – "Per anni la Basilicata è stata attraversata da fermenti culturali che hanno avuto il più riconoscibile in Matera Capitale della Cultura 2019. Da 5 anni, invece, Bardi e la sua Giunta di destra hanno messo una cappa grigia

Le pensioni dell’EPPI

Gli approfondimenti sulla previdenza di PAOLO LONGONI. L’ente di previdenza per i periti industriali, EPPI, è un ente formatosi secondo la disciplina del d. lgs....