Dal 22 giugno riapre al traffico il ponte di Gaby

GABY (Aosta) – Verrà aperto al traffico domani, intorno alle 16, il nuovo ponte sul torrente Niel, all’altezza della piazza comunale di Gaby.

La struttura era stata spazzata via dalla piena del torrente, lo scorso 3 ottobre, interrompendo di fatto la circolazione lungo la strada regionale della Valle del Lys, da e per Gressoney. La circolazione era stata ripristinata in via provvisoria in pochi giorni, tramite la costruzione di un guado sul medesimo torrente a valle del ponte crollato. Il nuovo attraversamento è costituito da travi prefabbricate solidarizzate con un impalcato in calcestruzzo.

Presenta una carreggiata di 7 metri di larghezza e due percorsi pedonali di collegamento con i marciapiedi esistenti. Sono stati eseguiti anche la sistemazione idraulica del torrente Niel e il ripristino definitivo delle reti tecnologiche a servizio del centro abitato. Nei prossimi giorni si provvederà a completare i percorsi pedonali e a rimuovere il guado provvisorio che ha consentito in questi mesi il collegamento con Gressoney-Saint-Jean e La-Trinité. La cerimonia di inaugurazione avverrà nel mese di settembre, in occasione della festa patronale di San Michele.

Soddisfatto per aver rispettato le tempistiche di realizzazione l’assessore alle Finanze, Innovazione, Opere pubbliche e territorio Carlo Marzi. E aggiunge: “È un’opera attesa ed importante per le popolazioni dei comuni della vallata del Lys e per questo, sin dall’avvio del cantiere, d’accordo con l’impresa che sta eseguendo i lavori, abbiamo posto particolare attenzione nel cercare di ridurre al massimo i tempi per anticiparne la realizzazione”.

A metà luglio sarà anche completata la realizzazione del ponte sulla strada regionale all’altezza di Issime, così “vedremo totalmente ripristinata la normale percorribilità della strada regionale della valle del Lys, di grande importanza per le popolazioni dei comuni interessati, in vista di una attesa ripartenza a seguito di una lunga chiusura invernale subita all’interno di un contesto già di per sé di grande difficoltà per le realtà di montagna”, conclude Marzi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Pd: “Sciogliere Nato? Tarquinio indipendente, posizioni su esteri le esprime partito”

(Adnkronos) - "Com’è noto, Marco Tarquinio è un candidato indipendente, le posizioni sulla politica estera e di sicurezza del Pd le esprime il Pd. E sono chiare e note. Le abbiamo ribadite nel programma per le Europee e, a chi vuole strumentalizzare, ricordo che la questione della Nato la sinistra italiana l’ha risolta con Berlinguer

Caivano e gli insulti in politica, dai “cogli..ni” che votano a sinistra alla “str..nza”

(Adnkronos) - Vincenzo De Luca che in privato dà della "str..nza" a Giorgia Meloni, e Giorgia Meloni che nel contesto più pubblico, che ci sia, glielo ripresenta come una peperonata si ripresenta il giorno dopo. Il turpiloquio in politica esiste da sempre, esistono vari libri che mettono in fila gli insulti dei grandi della Storia

Stop senatori a vita, da Palazzo Madama via libera all’art.1 del ddl Casellati

(Adnkronos) - Via libera in Senato all'art.1 del ddl Casellati. A favore dell'articolo che sopprime l'istituto dei senatori a vita si sono registrati 94 voti. L'Art. 1 del ddl Casellati, appena approvato dall'Aula del Senato, recita 'Il secondo comma dell’articolo 59 della Costituzione è abrogato'. Nel merito, quindi, viene cassata la seguente norma: "Il Presidente della