Maturità, studenti del liceo Pansini di Napoli raccontano aspettative e prime impressioni

NAPOLI – Tra ripassi dell’ultimo minuto, battute per sdrammatizzare e risate a metà tra il nervoso e l’emozionato, gli studenti e le studentesse del liceo ‘Pansini’ di Napoli sono pronti per l’ultima tappa: la maturità. “L’emozione è forte- afferma una studentessa- ci aspettiamo che questa prova rappresenti una conclusione soddisfacente per i cinque anni trascorsi”. Alla domanda “cosa pensi di fare dopo?” Risponde che il sogno è quello di iscriversi alla facoltà di psicologia alla Federico II.

Per Vincenzo, rappresentante di istituto, non c’è da preoccuparsi. Molto deciso sulla sua preparazione e sul suo impegno scolastico, Vincenzo pensa già al futuro e spera di riuscire presto a candidarsi per il suo quartiere, il Vomero. “Cosa mi è piaciuto di più dell’elaborato? Il fatto che è al 100% mio- afferma deciso Nicola- L’ho realizzato rispettando quello che erano le mie idee e i miei pensieri. Se proprio devo scegliere una parte che più mi spaventa penso al documento di italiano, che noi ovviamente non conosciamo in anticipo. Questa è la prova più dura da affrontare”. Per Serena, invece, la sfida più ardua è stata “raccogliere tutte le conoscenze di un anno e inserirle in elaborato. È stato, però, anche molto stimolante perché ho fatto una ricerca approfondita e, siccome cito un passo del Vangelo, ho riscoperto alcune cose che prima non consideravo molto”.

I primi ad uscire dall’aula sono Roberta e Teofilo. Travolti dai complimenti e dalle domande curiose e concitate dei compagni, entrambi raccontano a diregiovani.it l’esperienza appena vissuta. “Mi sono bloccata in qualche punto- afferma Roberta- ma è andate bene. Il mio elaborato era su sessualità femminile e pregiudizi di genere. È un tema che sento molto mio e collegarlo alle altre materie e stato interessante”. Anche Teofilo ha saputo cavarsela e si dice molto soddisfatto della discussione: “grazie agli input della presidente di commissione l’esame ha toccato tematiche di attualità. Il mio elaborato affronta il tema della morte attraverso autori come Seneca e Epicuro”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Ucraina, si aggrava bilancio raid Russia su ipermercato Kharkiv: 11 morti

(Adnkronos) - Si aggrava il bilancio del raid della Russia sferrato su un ipermercato di Kharkiv, nel nordest dell'Ucraina, con il governatore della regione Oleh Syniehubov che ha annunciato che salgono a 11 le vittime, mentre sarebbero almeno 40 i feriti. Ieri la Russia aveva attaccato lo store affermando che l'Ucraina aveva nascosto un deposito di

India, incendio in ospedale pediatrico: sei neonati morti e 5 feriti

(Adnkronos) - Sei neonati hanno perso la vita in un tragico incendio presso il New Born Baby Care Hospital di Vivek Vihar a Delhi. Il ministro della Sanità Saurabh Bharadwaj ha assicurato che sul caso verranno presi provvedimenti rigorosi.  Secondo le autorità, 12 bambini sono stati salvati dal luogo dell'incidente, dove uno era già morto

L’Università di Firenze al top della ricerca biomedica al femminile

Sono 9 le studiose Unifi fra le 98 Top Italian Women Scientist 2024 Roma, 26 mag. (askanews) – Sono dell'Ateneo fiorentino 9 delle 98 ricercatrici inserite quest'anno nel "Top Italian Women Scientists (TIWS)", il Club, nato nel 2016 per iniziativa di Fondazione Onda, che riunisce le ricercatrici italiane altamente citate in campo biomedico. L'anno scorso