Figliuolo: “Obiettivo 80% di vaccinati entro settembre, ora mettiamo in sicurezza i giovani”

ROMA – “Dobbiamo mettere in sicurezza i più giovani in vista dell’inizio dell’anno scolastico. A tal proposito sto scrivendo a tutte le regioni per incentivare con ogni mezzo quella parte di operatori scolastici che ancora mancano”. Così il Generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, a margine della visita all’hub vaccinale di Acea a piazzale Ostiense a Roma. “Nel caso della regione Lazio siamo già al 99,8% – ha sottolineato Figliuolo – e se il 100% di fatto è irraggiungibile, siamo già alla massima copertura possibile. Però ci sono ancora 8 o 9 regioni che sono sotto l’80% e in quelle regioni si deve cercare di fare di più per far capire a tutti gli operatori scolastici l’importanza che ha la vaccinazione, non solo per se stessi ma anche per la collettività. Dobbiamo cercare di convincere quei 215mila insegnanti e speriamo di arrivare almeno a 180/190mila vaccinati. Questo ci permetterà di arrivare in sicurezza all’apertura delle scuole. E con una buona copertura di oltre il 80% degli operatori scolastici ma anche di giovani dai 12 anni in su, avremo una buona sicurezza di ritornare a scuola in presenza e anche con scarse limitazioni . Ovviamente – ha spiegato il Commissario – poi ci rifaremo alle indicazioni del Cts, alcune sono state già date, ma è chiaro che gli scienziati si riserveranno più avanti quando avremo ulteriori dati di immunizzazione”.

“I PIÙ ANZIANI SONO ORMAI IN SICUREZZA”

Figliuolo, che ha definito “una bella realtà” l’hub di Acea a piazzale Ostiense, parlando di “sinergia tra la parte pubblica e un’azienda multiservizi che fa capire che quando si lavora insieme si raggiungono gli obiettivi a costi relativamente bassi”, ha lodato l’andamento della campagna vaccinale nella regione Lazio. “I numeri sono strepitosi, considerato che oggi oltre il 92% degli over 80 è in sicurezza. Gli altri li andremo pure a cercare – ha proseguito il commissario – ma questo vuol dire, anche a confronto con dati internazionali, che abbiamo messo in sicurezza i più anziani. Anche sugli over 70 siamo intorno all’80% e adesso continuiamo sugli over 50”.

IL PUNTO SULLA CAMPAGNA VACCINALE

“Ora siamo al 39,3% di vaccinazioni complete. I numeri sono buoni ma noi vogliamo sempre di più. Per questo stiamo interagendo con tutte le regioni per ‘rifasare’ le agende e intervenire in quei momenti più delicati laddove ci potesse essere necessità di andare a bilanciare di interventi. Noi siamo ben organizzati e tutti vogliono più dosi, noi abbiamo quelle che ci sono state conferite. Utilizziamo i vaccini adenovirali come da indicazioni dell’Aifa e del Cts e questo lo si fa in tutte le regioni e ritengo che dobbiamo continuare a lavorare” Questo il punto sulla campagna vaccinale in Italia del Generale Figliuolo, che ha anche fissato i prossimi obiettivi: “Dobbiamo arrivare a fine settembre all’80% di vaccinati. È necessario uno sforzo anche dei media perché non vorremmo avere le dosi e che non ci fossero le persone da vaccinare. Per quanto riguarda la somministrazione delle dosi, continuiamo al ritmo delle 500mila al giorno. Il nostro obiettivo è dare il massimo delle dosi nel momento del bisogno a ciascuna regione e ovviamente non fare mai magazzino. Per far questo ci vuole un’ottima programmazione e un’ottima logistica”, ha concluso.

“CERCARE GLI OVER 60 NON VACCINATI ANCHE NELLE AREE PIÙ REMOTE”

“Sui 60-69 anni ne mancano ancora 1 milione e 400mila. Dobbiamo continuare cercando di facilitare questo tipo di attività, li andiamo a cercare anche nelle aree più remote. Sui 50-59 siamo un po’ indietro e questo è legato a una logica di politica vaccinale: abbiamo spinto molto sugli 80 e 70 anni e ora ci concentreremo sui 50enni”, ha concluso il commissario straordinario per l’emergenza Covid-19 Figliuolo, a margine della visita all’hub vaccinale di Acea a piazzale Ostiense a Roma.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Pd: “Sciogliere Nato? Tarquinio indipendente, posizioni su esteri le esprime partito”

(Adnkronos) - "Com’è noto, Marco Tarquinio è un candidato indipendente, le posizioni sulla politica estera e di sicurezza del Pd le esprime il Pd. E sono chiare e note. Le abbiamo ribadite nel programma per le Europee e, a chi vuole strumentalizzare, ricordo che la questione della Nato la sinistra italiana l’ha risolta con Berlinguer

Caivano e gli insulti in politica, dai “cogli..ni” che votano a sinistra alla “str..nza”

(Adnkronos) - Vincenzo De Luca che in privato dà della "str..nza" a Giorgia Meloni, e Giorgia Meloni che nel contesto più pubblico, che ci sia, glielo ripresenta come una peperonata si ripresenta il giorno dopo. Il turpiloquio in politica esiste da sempre, esistono vari libri che mettono in fila gli insulti dei grandi della Storia

Stop senatori a vita, da Palazzo Madama via libera all’art.1 del ddl Casellati

(Adnkronos) - Via libera in Senato all'art.1 del ddl Casellati. A favore dell'articolo che sopprime l'istituto dei senatori a vita si sono registrati 94 voti. L'Art. 1 del ddl Casellati, appena approvato dall'Aula del Senato, recita 'Il secondo comma dell’articolo 59 della Costituzione è abrogato'. Nel merito, quindi, viene cassata la seguente norma: "Il Presidente della