Ad Assisi preghiera speciale per i morti del Covid, Mattarella accende la Lampada di San Francesco

ROMA – Il 4 ottobre, Festa di San Francesco, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella accenderĂ  ad Assisi la Lampada votiva e sarĂ  un momento per ricordare le vittime del Covid. Le celebrazioni per il Patrono d’Italia avranno quest’anno, su iniziativa dei frati d’Assisi e della Cei, un carattere inedito con una preghiera speciale.

L’INIZIATIVA DEI FRATI DEL SACRO CONVENTO

Sul sito ufficiale della Basilica Papale e del Sacro Convento d’Assisi (www.sanfrancescoassisi.org) viene spiegato: “Quest’anno la festa di san Francesco, martedì 4 ottobre sarĂ  vissuta con particolare intensitĂ , come un’occasione unica per ringraziare tutti coloro che ci hanno aiutato ad attraversare e superare il tempo difficile della pandemia e, allo stesso tempo, per ricordare chi è venuto a mancare a causa del Covid, in particolare proprio coloro che a causa delle restrizioni non hanno potuto ricevere l’ultimo saluto dei familiari. Con un gesto che compirĂ  a nome di tutti gli italiani come un grazie ai sanitari, alle forze dell’ordine e ai volontari che si sono prodigati lungo questi due anni di pandemia il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, accenderĂ  la Lampada votiva dei comuni d’Italia”.

LA CANDELA VIRTUALE E LA LAMPADA VOTIVA

Nel contesto di un momento così fortemente significativo, i frati di Assisi e la Conferenza episcopale italiana hanno deciso di lanciare l’iniziativa online Prega per il mio caro: tramite il sito ‘4ottobre.sanfrancesco.org’, sarĂ  possibile lasciare il nome del proprio defunto per Covid per affidarlo a San Francesco e il 4 ottobre i frati deporranno davanti alla tomba del Santo i nomi ricevuti. Aprendo il link viene spiegato: “Accendi una Candela virtuale per ricordare chi non c’è piĂą. Nella celebrazione solenne delle ore 10.00, in diretta su RAI 1 verrĂ  accesa la Lampada Votiva che arde davanti a San Francesco per ringraziare sanitari, forze dell’ordine e volontari che si sono prodigati durante la pandemia e per ricordare tutti coloro che sono mancati a causa del Covid. Accendi ora una Candela virtuale e ricorda una persona cara deceduta per Covid: il suo nome verrĂ  deposto sulla Tomba di San Francesco così da affidarla a lui e alla grazia del Signore”.

IL CARDINALE ZUPPI (CEI): “TROPPE LE VITTIME DEL VIRUS”

L’iniziativa è stata fortemente voluta dal Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, Card. Matteo Zuppi. “Troppe persone – spiega – si sono congedate da noi, a causa del Covid, in qualche maniera nell’anonimato. Eppure, si trattava di persone in carne e ossa: padri, madri, figli, fratelli e sorelle nostri che, tutti insieme, desideriamo affidare al cuore e alla cura di dell’Onnipotente buon Signore che Francesco tanto ha amato e che ci ha fatto conoscere con la sua vita e la sua testimonianza. Ho affidato pertanto ai frati della Basilica di San Francesco d’Assisi il compito di raccogliere i nomi dei defunti e di contattare coloro che desiderano ricordare un proprio caro per questa speciale commemorazione. SarĂ  un modo concreto per raggiungere nella fede e nella vicinanza dell’amicizia tutti coloro che oggi ancora soffrono per non aver potuto dare l’ultimo saluto ai familiari e alle persone care”.

IL 4 OTTOBRE I NOMI SULLA TOMBA DI SAN FRANCESCO

Fra Marco Moroni, Custode del Sacro Convento di Assisi, ha aggiunto: “Abbiamo subito colto come una missione la richiesta del cardinale Zuppi e ci siamo messi all’opera per attivare questa raccolta online dei nomi dei defunti di Covid, affinchĂ© vengano personalmente affidati al Signore per la preghiera e l’intercessione di San Francesco. Il suo abbraccio e quello di tutti noi, fratelli e sorelle, e di tutti gli italiani, possano raggiungere nel Signore coloro che sono stati così duramente colpiti in questo tempo difficile. Un unico abbraccio di fraternitĂ , preghiera e solidarietĂ . Il 4 ottobre – ha concluso fra Marco – al termine della prima messa del mattino, come comunitĂ  francescana, deporremo i biglietti con i nomi di tutte le persone decedute, davanti alla tomba di san Francesco”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Israele, c’è l’accordo sulla tregua? Gli Usa dicono di sì “ma ora aspettiamo Hamas”

(Adnkronos) - Israele ha "praticamente accettato" una proposta di tregua di sei settimane a Gaza, c'è "una cornice di accordo" che Israele ha "più o meno accettato". Una seconda fase dell'intesa "per costruire qualcosa di più durevole" potrà essere concordata durante la tregua. Lo ha detto ai giornalisti un alto funzionario dell'amministrazione Biden, secondo quanto

Gaza, caos aiuti umanitari. Cnn: “Beni respinti da Israele in maniera arbitraria”

(Adnkronos) - Le autoritĂ  israeliane ostacolano l'invio di aiuti umanitari a Gaza con criteri "arbitrari e contraddittori". Lo afferma la Cnn, dopo aver sentito oltre una ventina di operatori umanitari. Fra i beni respinti dal Cogat, l'ente israeliano di coordinamento per i territori palestinesi, responsabile per il passaggio degli aiuti, figurano anestetici e macchine per

Valencia-Real Madrid 2-2, gol fantasma allo scadere e polemiche

(Adnkronos) - Il Real Madrid pareggia 2-2 sul campo del Valencia nel match della 27esima giornata della Liga. I blancos vanno a segno con Vinicius (50’ e 76’) e rimontano dopo i gol di Hugo Duro (27’) e Yaremchuk (30’). La sfida si infiamma allo scadere. Il Real Madrid batte l’ultimo corner alla fine del