Turchia, Yildiz (Ong): “Erdogan viola diritti, Ue non vuole vedere”

ROMA -“‘Dittatore’ è un termine politico. Erdogan però è prima di tutto un dirigente che viola i diritti umani, ma sembra che l’Europa non lo voglia vedere”. Così dichiara all’agenzia Dire Ali Yildiz, avvocato e direttore dell’organizzazione Arrested Lawyers Initiative che in Turchia lotta per difendere i diritti di avvocati e magistrati. L’esperto interviene sia sulle accuse lanciate dal premier italiano Mario Draghi al presidente turco Recep Tayyip Erdogan, sia sulla questione del “sofagate”, la poltrona negata alla presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen nel corso di una conferenza stampa ad Ankara. “Questa faccenda- continua Yildiz- ben rappresenta la vulnerabilitĂ  dell’Ue rispetto a un leader politico che normalmente compie abusi sui diritti delle persone, così come il fatto che l’Europa sia pronta a sacrificare i suoi valori in cambio di certi interessi”.

L’organizzazione, dal tentato colpo di stato del 2016 contro il governo di Erdogan, denuncia gli arresti e le incarcerazioni arbitrarie a danno dei dissidenti politici nonchĂ© di giornalisti, insegnanti e docenti universitari, difensori dei diritti umani, intellettuali. Sul tema sempre per la Dire la vicepresidente della Federazione italiana diritti umani (Fidu), Eleonora Mongelli, dichiara: “L’episodio della sedia mancante è deplorevole, non perdiamo però di vista i motivi per cui la Turchia dovrebbe essere nei nostri discorsi”. Mongelli denuncia che “la repressione del regime di Erdogan nei confronti di chiunque esprima pacificamente il dissenso ha raggiunto livelli elevatissimi”. Secondo la vicepresidente di Fidu, “i dati raccolti dai nostri partner Arrested Lawyers Initiative, con i quali lavoriamo pubblicando report e facendo pressioni sulle istituzioni per ottenere delle sanzioni mirate, ci dicono che ad oggi si contano 1.600 arresti arbitrari e 450 condanne per ‘terrorismo’”. Secondo Mongelli, “il regime sta lavorando sempre piĂą sul controllo delle professioni, dai giornalisti agli avvocati”. La rappresentante di Fidu aggiunge: “Questa è la strategia dei regimi autoritari per continuare a perpetrare crimini impunemente”. A settembre, era stato denunciato l’arresto di 60 avvocati, ritenuti complici di reati collegati alla legge sull’anti-terrorismo contestati ai loro assistiti. “Gli avvocati non possono essere identificati con i loro clienti o con i casi dei loro clienti nello svolgimento delle proprie funzioni” aveva ricordato Arrested Lawyers Initiative in quell’occasione.
]]

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Startup, quando il tempo libero diventa lavoro: Kid Pass compie 10 anni

(Adnkronos) - Kid Pass è ormai diventata un punto di riferimento - con un portale e un magazine digitale - delle famiglie con bambini che desiderano vivere esperienze di qualità, e ora taglia il traguardo dei 10 anni, contando su oltre 100mila consultazioni del sito kidpass.it ogni mese, 20mila iscritti alla newsletter, più di 20mila

Porti, Musolino (AdSP): “Civitavecchia quinto al mondo e a Gaeta 100% cantieri Pnrr”

(Adnkronos) - "Se le infrastrutture critiche sono strategiche e sono importanti allora non possiamo essere prigionieri di oscuri figuri che poi la faccia non ce la mettono mai". Così Pino Musolino, presidente Autorità di Sistema Portuale AdSP Mar Tirreno Centro-Settentrionale, durante l'intervento al 3° Summit Nazionale sull’Economia del Mare Blue Forum a Gaeta.  "Civitavecchia -

Blue Economy, De Meo (Fi/Ppe): “L’Europa usi il potenziale del mare per la pace”

(Adnkronos) - "L'Italia ha un ruolo strategico perché è un luogo privilegiato per quanto riguarda l'energia, la difesa, l'economia, strategica per i flussi migratori, dove in passato non sempre siamo riusciti a gestire. Bisogna riconoscere che in questo momento il governo ha una credibilità forte in Europa che è un po' come il mare che