Clicca per vedere il servizio

Le lauree professionalizzanti e abilitanti come strumento per sostenere l’accesso dei giovani al mondo del lavoro, ma soprattutto per dare un nuovo slancio di sviluppo al Paese. E’ la visione del ministro dell’Università Gaetano Manfredi che indica nella collaborazione con i professionisti, come gli esperti contabili, una strada per dare concretezza a questa opportunità. “Le professioni rappresentano una grande leva di crescita e di innovazione e il settore degli esperti contabili è un settore estremamenteimport ante che ci deve accompagnare in questo percorso di innovazione. – ha detto il ministro – Le lauree professionalizzanti abilitanti sono uno strumento estremamente importante per consentire un rapido accesso al mondo del lavoro di giovani con competenze sia teoriche che applicative. E’ un percorso che cercheremo di fare insieme per dare nuove prospettive una nuova visione e di Paese”.

Manfredi è intervenuto al webinar organizzato dalla Cassa di previdenza dei ragionieri e esperti contabili, presieduta da Luigi Pagliuca, in collaborazione con l’Istituto Nazionale Esperti Contabili, sul tema della formazione universitaria dei professionisti e accesso al mondo del lavoro. Una tematica che ragionieri e esperti contabili seguono da tempo c on particolare impegno.”Quanto proposto circa i percorsi di studio universitari professionalizzanti e le lauree abilitanti – ha commentato Andrea Benetti, direttore dell’Istituto Nazionale Esperti contabili – va nella stessa direzione perseguita con forza dall’Isnec negli ultimi tre anni. La nostra volontà è quella di arrivare a proporre dei percorsi di studio rapidi che consentano un accesso veloce e pronto al mondo del lavoro, ma che al contempo forniscano allo studente delle basi professionali durante lo stesso percorso di studi”.

L’Istituto Nazionale Esperti contabili ha infatti avviato una serie di iniziative a livello territoriale e per agevolare l’accesso dei giovani ai tirocini in studio. “L’Isnec – ha detto il presidente dell’Istituto Giuseppe Scolaro – sta stimolando l’attività della Cassa ragionieri verso una valorizzazione della laurea triennale attraverso l’adozione di accordi in ambito territoriale, per avviare un percorso formativo che veda un ampliamento dell’attività di tirocinio nell’ambito degli studi professionali, attraverso una gestione di borse di tirocinio professionale”.

Le prospettive indicate dal ministro dell’Università hanno raccolto un diffuso apprezzamento da parte dei professionisti. “I commercialisti hanno apprezzato la pragmatica proposta avanzata dal ministro dell’università Gaetano Manfredi rispetto alla necessità di contrarre i tempi di transizione degli studenti dal mondo universitario al

mondo del lavoro – è il commento di Elbano de Nuccio, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti e revisori contabili di Bari – In questo percorso di innovazione, in questo percorso di specializzazione, è necessario operare in maniera sinergica tra mondo delle professioni e università”.

Un auspicio ribadito anche da Luigi Capuozzo, presidente dell’Unione commercialisti ed esperti contabili di Milano. “Spesso i giovani stanno davanti alla paradossale richiesta del mondo lavorativo che cerca ‘giovani’, ma esperti – ha detto Capuozzo – Grazie alle soluzioni emerse oggi si potrà porre fine a questo paradosso”.

FONTEIl Sole 24 Ore
CONDIVIDI